16 Luglio 2024
Home Quale sviluppo del territorio: il rigassificatore e la politica agrigentina

4 thoughts on “Quale sviluppo del territorio: il rigassificatore e la politica agrigentina

  1. Non si salva nessuno, nanche la Camera di Commercio. Escluso il fattore “crisi”, la gestione Messina è stata la meno operosa degli ultimi 30 anni. A parte le belle parole non ci sono ancora piano per il prossimo quinquennio. Anche lui politicheggia. Che sirietà può avere un Presidente che scrive sui giornali prima ancora di mettersi all’opera? Lo ringraziamo per essersi espresso contro il rigassificatore, ma quella è un opinione comune, predominante ad Agrigento.

  2. Sono d’accordo con Giuseppe. Negli ultimi anni, con reggenza MESSINA, si sono incrementati i grossi bissinis dei centri commeriali trascurando in toto i piccoli imprenditori, artigiani, produttori agricoli, ecc. Dove sono finiti i mercati contadini ? Chi li agevola, sostiene e pubblicizza ?

  3. Commento moderato:
    MESSINA, peggio dello STRETTO……. necessario. Una persona incapace e non all’altezza della situazione. Vedi la questione di Riccardo Viviani, noto sindacalista della Cigl. Insomma un pasticcio targato MESSINA……. SI CAMBIA . per chi deve traghettare. Mario

  4. Credo che il rigassificatore sia un ottimo affare per pochissimi e una disgrazia per tutti noi.
    Spero che il Sindaco Zambuto tenga duro e si opponga con tutti i mezzi giuridacamente a disposizione.
    Sono consapevole che questo per lui e’ un grosso rischio perche’ i poteri forti sono pronti a fargliela pagare cosi’ come alcuni mezzi di informazione, ma se continuerà su questa strada avrà la stima di molti cittadini che chiedono solo di non prostituire il proprio territorio per aver in cambio due rotonde con palme e fiori e quattro inferriate tinteggiate.

Lascia un commento