Avv. Mauro Mellini: Nessuna candidatura a nomina di Senatore a vita. Né candidato a vita…

Riceviamo e pubblichiamo la lettera dell’Avvocato Mellini, in risposta all’iniziativa “VOGLIAMO MAURO MELLINI SENATORE A VITA” nata da un idea dell’avvocato Giuseppe Lipera, e divulgata attraverso una pagina del noto social network Facebook:

 

 

 

Carissimo Direttore,

 

sul Suo quotidiano on line del 4 settembre trovo ampia notizia della trovata di alcuni miei amici (ed in particolare dell’ottimo Avv. Peppino Lipera, che così bene, ogni tanto, sa assumere il ruolo di fantasioso burlone) consistente nel costituire una sorta di Comitato di “sostegno” (!?!) della mia nomina a Senatore a vita da parte del Capo dello Stato.

I Senatori a vita sembrava fossero stati oggetto di una “conventio ad escludendum”, insomma di una “moratoria” delle loro nomine, in attesa della riforma del Senato. Un ragionevole proposito, che ha avuto la sorte di molti altri “tagli e soppressioni”, relegati alla prima occasione al museo delle buone intenzioni.

A parte ciò, la creazione di una apposita “lobby”, di un “Comitato di sostegno” per una candidatura al laticlavio a vita, anche, e soprattutto se seriamente concepita, non mi sembrerebbe cosa rispettosa del ruolo del Presidente della Repubblica e della eccezionalità ed assoluta discrezionalità (che deve essere anche discrezione) in scelte del genere.

Del resto l’unico precedente che io conosca di un Comitato per una nomina di Senatore a vita, ha avuto una storia poco edificante, Non per lo scarso successo della richiesta. Al contrario: per l’eccesso del risultato. Si riuscì, infatti a convincere il Presidente Ciampi che la persona da nominare fosse un astro della poesia, in procinto di ricevere il Premio Nobel per la letteratura. Si trattava, in realtà, di un professore, poeta sconosciuto ai più e letto da nessuno, che si era fatto notare in una trasmissione televisiva per le sue intemperanze forcaiole e antigarantiste.

Ma una particolare prudenza si impone ad Agrigento di fronte, sia pure, ad amichevoli burle con oggetto simile.

Già è abbastanza ingombrante e fastidiosa (anche, se non altro, per la violazione del noto proverbio: un bel giuoco dura poco) la presenza in Città di un… candidato a vita, perché vi circoli anche, sia pure per una sorta di burla e suo malgrado, un “candidato senatore a vita”.

Comprenderà, caro Dott. Morici, essendo Ella conoscitore di uomini, cose, scene e retroscena della Sua Città, e benché sia sicuro che Ella ritenga impossibili quelle confusioni, che vi sono ottime ragioni per mal tollerare scherzi che possano anche solo evocare così antipatiche  “assonanze”.

E ciò, malgrado le buone intenzioni e la piacevolezza in sé dello scherzo.

Abbia i miei migliori saluti ed auguri.

 

Avv. Mauro Mellini

condividi su:

8 Responses to Avv. Mauro Mellini: Nessuna candidatura a nomina di Senatore a vita. Né candidato a vita…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *