Se Fb, si sostituisce alla coscienza civile di chi amministra. Cerimonia per apposizione “LAPIDE” – “Extracomunitario 5/9/2006”

Non diciamo nulla di rivoluzionario, nell’affermare che i diritti di un uomo in quanto tale, sono primari a prescindere da razza, colore della pelle e fede religiosa.
Purtroppo, non sempre è così.

Può dunque accadere in un paese come il nostro, dove senso di civiltà e rispetto per gli altri si sono persi da tempo, di recarsi in un cimitero e notare una sepoltura senza né lapide, né portafiori, chiusa con una parete di cemento grezzo con su inciso: “Extracomunitario 5/9/2006”.

5/9/2006, una data della quale a noi può non importar nulla, ma che sarebbe significativa per una famiglia che non sa di aver perso quel giorno un proprio familiare.

La data della morte di un uomo, che ha lasciato i propri affetti alla ricerca di una migliore fortuna, andando invece incontro alla sua fine.

Domani, 2 novembre 2010 (ore 10:00 circa), presso il Cimitero di Aragona (Agrigento), si terrà la Cerimonia per apposizione “LAPIDE” – “Extracomunitario 5/9/2006”.
A portare a conoscenza della cittadinanza e dell’amministrazione l’esistenza di questo loculo senza lapide e con epitaffio sul grezzo cemento, era stato il gruppo su Face book “Gli amici della Torre del Salto d’Angiò”, che pubblicò anche le immagini dell’indecente sepoltura.

Parecchi furono i commenti di sdegno che in molti lasciarono sul social network.

Solo grazie all’intervento del gruppo su fb e alla campagna di sensibilizzazione, domani l’apposizione di una “Lapide” e relativo epitaffio renderà giustizia a questo naufrago del mare di cui praticamente si sconosce tutto.
Senza Gli amici della Torre del Salto d’Angiò, quando chi amministra si sarebbe interessato per dare una dignitosa sepoltura a un poveraccio perito in mare inseguendo il sogno di una vita migliore?

 

Gian J. Morici
 

 

Please follow and like us:

4 Responses to Se Fb, si sostituisce alla coscienza civile di chi amministra. Cerimonia per apposizione “LAPIDE” – “Extracomunitario 5/9/2006”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA

*