20 Giugno 2024
Home Lettera di un agrigentino Masochista affetto da Sindrome di Stoccolma

3 thoughts on “Lettera di un agrigentino Masochista affetto da Sindrome di Stoccolma

  1. ECCO I DEBITI DEI COMUNI A CAUSA DELLA ILLEGALE GESTIONE DEI RIFIUTI DA PARTE DELL’ATO AG 2, DA ME DENUNCIATA ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI AGRIGENTO A FEBBRAIO DEL 2011!
    RACALMUTO, MALGRADO TUTTO, E’ IL COMUNE MENO INDEBITATO DEI 19 DELL’ATO AG2.
    EPPURE CI MANDANO UN COMMISSARIO REGIONALE PER RECUPERARE POCO PIU’ DI 800 MILA EURO, QUANDO AGRIGENTO HA UN DEBITO DI QUASI TRENTA MILIONI DI EURO O FAVARA DI QUASI 1O MILIONI DI EURO OD ANCORA PORTO EMPEDOCLE DI QUASI SEI MILIONI DI EURO!
    EPPURE QUANTI DATI FALSI SONO STATI FORNITi SULLA SITUAZIONE DEBITORIA DEL COMUNE DI RACALMUTO?
    IN REALTA’ RACALMUTO E’ IL COMUNE PIU’ VIRTUOSO DEI 19 CHE FANNO PARTE DELL’ATO AG 2!
    di seguito i dati pubblicati anche da Bolg che hanno da sempre speculato contro il sottoscritto, diffondendo notizie false.
    Per tali pubblicazioni, diffamanti e calunniose, ovviamente sono stati querelati.
    Hanno da sempre fornito dati falsi, cifre false!
    Per la prima volta, come viene riportato di seguito, dicono la verità!

    “Ieri è arrivato al Comune di Racalmuto il commissario straordinario Giuseppe D’Anna con l’incarico di visionare il bilancio dell’ente alla ricerca di fondi da stornare per pagare i debiti nei confronti della società d’ambito Ato Gesa. Ricordiamo che il comune ha un debito di 881.765 euro verso il consorzio che gestisce i rifiuti.
    La presenza di un commissario inviato dalla Regione inquieta non poco poiché rischia di aggravare ancora di più il bilancio.
    In verità la realtà di Racalmuto è meno grave rispetto ad altri comuni dell’ambito, eppure non si capisce come mai paghiamo la tassa più alta d’Italia. L’Ato stabilisce dei costi (giusti o sbagliati) e noi paghiamo, inoltre dobbiamo stare in silenzio. Il cittadino ha perso tutti i diritti di controllo della spesa pubblica. Trasparenza zero. La nostra legittima richiesta di semplici cittadini di essere informati viene visto (sempre) come attacco personale. Una volta dal Comune si comunicava con manifesti pubblici adesso (squilla) il silenzio.
    Vediamo la situazione debitoria di tutti i comuni dell’ATO Ag2, alla data del 31/12/2011”
    Agrigento ha un debito di 27.904.383 euro;
    Aragona 1.972.379;
    Cammarata 1.013.363 euro;
    Casteltermini 881.634 euro;
    Castrofilippo 1.736.060 euro;
    Comitini 91.451 euro;
    Favara 9.265.690 euro;
    Grotte 467.002 euro;
    Joppolo Giancaxio 432.659 euro;
    Lampedusa e Linosa 3.167.430 euro;
    Montallegro 402.812 euro;
    Porto Empedocle 5.796.367 euro;
    Racalmuto 881.765 euro;
    Raffadali 2.363.807 euro;
    Realmonte 2.019.163 euro;
    San Giovanni Gemini 1.125.867;
    Sant’Elisabetta 919.692 euro;
    Sant’Angelo Muxaro 409.622 euro;
    Siculiana 2.578.437 euro;
    Provincia Regionale di Agrigento 471.554 euro.

  2. Non sono concordo con Petrotto per i debiti che secondo l’ATO i comuni hanno per i rifiuti perchè tra i soldi che reclama l’ATO vi sono quelli di tante “bollette pazze” non pagate dagli utenti.
    Faccio un esempio : mia madre possiede un solo appartamento ma l’anno passato gli è arrivata la richiesta di pagamento per 2 (due) appartamenti. sono andato alla gesa ed hanno emesso una nuova bolletta per un appartamento che è stata regolarmente pagata.
    Quest’anno è arrivata a mia madre un accertamento per pagare l0 stesso importo della tassa sui rifiuti per l’anno 2011 cche aveva pagato e due accertamenti per pagare la tassa sui rifiuti per l’anno 2012 su 3 diconsi tre appartamenti mentre mia madre continua ad essere proprietaria di 1 uno solo appartamento. Ho l’impressione pertanto che vengano emessi accertamenti su immobili inesostenti per poi fare dei ruoli e farseli pagare dai comuni.

Lascia un commento