21 Aprile 2024
Home A volte ritornano

6 thoughts on “A volte ritornano

  1. ……….. Arnone afferma che
    ……… IL SINDACO HA LE SUE RESPONSABILITÀ, che rientrano nella mancata collegialità che da tempo gli rimprovera, nella notevole inadeguatezza di alcune figure della attuale Giunta e dei suoi consiglieri,
    ma
    HANNO ANCHE RESPONSABILITÀ coloro che, ad esempio, per mera demagogia, hanno tappezzato la città di manifesti, riproducenti le macerie del palazzo Lo Jacono, unitamente ad accuse ingenerose ed ingiuste nei confronti del Sindaco. …………….
    TANTO PER CAMBIARE LA COLPA È SEMPRE ….DEGLI ALTRI.
    Sua ? MAI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    DI CHI HA AVVERSATO IL PIANO CENTRO STORICO per po………. poterlo criticare e……….. non votarlo, malgrado accolti gli emendamenti di legambiente……..
    DI CHI HA “CONGELATO” LA CITTÀ per poi deliberatatamente rivoltare sugli altri la responsabilità
    ….. DEPURAZIONE DELLA FASCIA COSTIERA “illecita-illegale-illegittima” col depuratore, “lecita, legale, legittima (e sopratutto a buon mercao) con i pennelli a mare (quelli nuovi, quelli di Girgenti Acque)……
    ……CENTRI COMMERCIALI “inquinati da interessi mafiosi” e centri commerciali “vergini e bianchi come gigli” (a proposito si cominciano a vedere lke vestigia di quello di Villaseta ma non ancora si ha traccia del Moses)
    …. MONTE GRANDE ….attività “gravemente speculative” e…….. “attività illuminate” …………(già i vincoli di Monte Grande che possono e non possono essere variati a seconda dei personaggi interessati e delle circostanze !)………
    Ora,
    ALLA CANNA DEL GAS politiicamente,
    cerca disperatamente, affannosamente, scompostamente, provocatoriamente…. una zattera di salvataggio
    (qualunque essa sia e comunque al 5%)
    che possa letteralmente tenerlo a galla e sdoganarlo per le imminenti Amministrative traghettandolo all’agognato nuovo Consiglio Comunale.

  2. Dante recitava: “Giudica e manda secondo c’avvinghia”.
    Arnone recita: GIUDICA E MANDA SECONDO C’AM…..GHIA”.
    Tradotto in dialetto siciliano: “UNNI VIDI E UNNI SVIDI”.
    Perde sempre la grossissima opportunità di stare zitto. Ma in verità, se non facesse così, chi si ricorderebbe più di lui?

  3. I danni che creano personaggi come Arnone sono incalcolabili.
    Un fiume di tracotanti parole per coprire ignoranza e incapacità, a nulla valgono i fallimenti e le condanne è sempre sulla scena per parlare…parlare…parlare….solamente parole .

  4. Giuseppe Arnone e Giovanni Miccichè sono i responsabili del mancato decollo della città perchè hanno creato il caos in città

  5. ARNONE è diventato uno spaventapasseri.Non se lo fila più nessuno,lo hanno abbandonato in tanti tranne l’editore di Teleacras che Lui definiva mafioso.

  6. E’ possibile che un editore televisivo si trasformi non in un partito,ma diventi la cassa di risonanza di un singolo consigliere comunale allo sbando che propina veleno
    contro tutti con l’avallo dell’editore televisivo.? Questo della disinformazione televisiva dovrebbe essere un tema per il garante.Perchè molte delle accuse propinate sono statte cassate dai Tribunali ed hanno fatto uun danno morale incalcolabile alle persone ingiustamente accusate !! Chi paga i danni !!???

Lascia un commento