23 Luglio 2024
Home Caso Cucchi – Gli italiani vogliono sangue

4 thoughts on “Caso Cucchi – Gli italiani vogliono sangue

  1. Adesso i processi si fanno nei social e nelle piazze???BEN VENGA!Una volta invece si moriva di malagiustizia col silenzio e l’omertà di tutti!Se andiamo ancor più indietro nel tempo, chi esprimeva un’opinione fuori dal coro, riceveva trattamenti all’olio di ricino!Pinelli morì scaraventato da un balcone della questura…se non ci fosse internet, moltissima gente sarebbe ancora all’oscuro di questa vicenda!Gli abusi in divisa sono una realtà!Dal G8 del 2001 la gente ha capito molte cose!!!Oramai le guardie violente sono ai ferri stretti

  2. Vorrei informare la redazione che ogni giorno in Italia un migliaio di case vengono svaligiate… ovviamente se la casa in questione è dell’intoccabile” Mandolini la colpa è della famiglia Cucchi e di chi pretende GIUSTIZIA, quando la casa è di un comune mortale beh allora sfortuna, poteva capitare a chiunque.

  3. Ogni giorno in Italia vengono svaligiate molte case, ma ritengo che non siano molti gli italiani che vedono distrutte le case svaligiate e nemmeno quelli che si vedono recapitate sul posto di lavoro lettere contenenti carta igienica sporca di escrementi.
    Ritengo inoltre che la famiglia Cucchi abbia il sacrosanto diritto di chiedere verità e giustizia, ma non quello di permettere a dei delinquenti di incitare altri a commettere reati violenti.
    Se qualcuno avesse sbagliato (ancora resta da stabilire se e chi), quale sarebbe la differenza tra chi avrebbe commesso le violenze in nome e per conto di una pseudo-giustizia e quella di chi vorrebbe comportarsi in modo anche peggiore con il beneplacito di chi invoca una giustizia che sia realmente tale?
    Non entro nel merito degli aspetti investigativi, limitandomi a voler ricordare come nel corso di questi anni altri “mostri” sono stati costretti a vivere quello che oggi sta vivendo il maresciallo Mandolini, salvo poi essere assolti perchè innocenti.
    Sarebbe sufficiente leggere commenti e messaggi di quanti in nome di un falso desiderio di verità e giustizia, auspicano che vengano uccisi poliziotti, carabinieri e militari che non c’entrano nulla con il caso Cucchi, il cui unico torto è quello di indossare una divisa, servire lo Stato ed essere a servizio dei cittadini.
    Nei prossimi giorni pubblicheremo anche questi scritti e mi auguro, sempre che ne troverà il coraggio, che lei voglia commentare anche quelli…
    Gian J. Morici

Lascia un commento