Home » Posts tagged with » egitto
Noi Africani d’Italia

Noi Africani d’Italia

Caro Feltri, caro Salvini, eravate riusciti per un po’ a nascondere la vera anima di un certo Nord (per fortuna non tutto) anacronistico e per molti aspetti culturalmente arretrato. Ma il tempo è un galantuomo – come disse Voltaire – e rimette a posto tutte le cose. Per un po’, con qualche felpa e selfie, […]

condividi su:
REGENI-ZAKI ATTO SECONDO, ECCO LA NUOVA OPERA DI LAIKA

– LAIKA: “CI VEDIAMO GIOVEDÌ 20 FEBBRAIO AL PANTHEON ALLE 18.30 PER LA FIACCOLATA”- Roma, 19 febbraio. La scorsa notte la Street Artist LAIKA è tornata sul muro che circonda Villa Ada, a pochi passi dall’Ambasciata d’Egitto per un “atto secondo” della sua opera sull’abbraccio fra Regeni e Zaki che era stata rimossa da “mano ignota”. “Dopo la rimozione, in tanti mi hanno […]

condividi su:
Continue reading …
Libia – A un passo dalla guerra civile e dal ritorno alla Jihad

Sempre più drammatica la situazione che in Libia vede contrapposte le forze del generale Khalifa Haftar, a quelle del governo di Tripoli del presidente Serraj.  L’esercito del generale Haftar non è ancora riuscito a conquistare Tripoli, dove non è avvenuta la rivolta nella quale sperava, ma il bilancio delle vittime, si aggrava di giorno in […]

condividi su:
Continue reading …
Egitto – Strage in una moschea sufita

Strage in una moschea in Sinai a Bir al-Abed. Il bilancio provvisorio indica 235 morti e 109 feriti. La moschea è frequentata da musulmani sufiti che lo Stato Islamico ed altri gruppi radicali considerano come apostati ed eretici. Degli uomini armati hanno fatto esplodere una bomba dopodiché si sono messi a sparare all’impazzata sui fedeli. […]

condividi su:
Continue reading …
1717 – Un uomo qualunque – di Gian Joseph Morici

Tratto dal romanzo “1717 – Un uomo qualunque” Il sequestro di Zwena nel Sinai: – “Cher Giorgio, Je dois te demander un grand service personnel. Je ne peux m’adresser qu’à toi. Je recherche une jeune femme de 21 ans, qui a quitté l’Erythrée le 18 janvier 2013 et a été kidnappée le 27 janvier dans […]

condividi su:
Continue reading …
Rivendicato attentato al Cairo

Già rivendicato dalla cellula jihadista dell’Isis presente in Egitto “Provincia del Sinai” l’attentato perpetrato al Cairo nella notte tra mercoledì 10 e giovedì 20.  L’attacco kamikaze all’autobomba ad un commissariato della Sicurezza Nazionale a Nord della capitale egiziana, più precisamente a Shabra Al Kheima, ha fatto almeno 29 feriti tra i quali almeno sei poliziotti. […]

condividi su:
Continue reading …
Autobomba al Consolato italiano de Il Cairo

Il Consolato italiano de Il Cairo è stato attaccato con un’autobomba nelle prime ore di sabato mattina. Secondo le fonti ufficiali egiziani la violenta esplosione avrebbe fatto almeno una vittima, diversi feriti e danneggiato parte dell’edificio. Il Consolato era ancora chiuso, sembra che fra i feriti non ci sia nessun italiano ma almeno due poliziotti […]

condividi su:
Continue reading …
Libertà di stampa: dati allarmanti nel 2014

Allarmante l’ultimo rapporto del CPJ, il Comitato per la Protezione dei giornalisti. Secondo i dati raccolti la sorte dei giornalisti riflette la crescita mondiale dell’autoritarismo. Per il terzo anno consecutivo sono oltre 200 i giornalisti arrestati per l’esercizio della professione. Nel 2014 Cina il paese che più ha violato la libertà di stampa è stato […]

condividi su:
Continue reading …
Il rischio sanitario accompagna i migranti

Quasi trentamila poveretti sono arrivati in Italia dalle coste africane, fuggendo dalla guerra in Siria e dalle lotte armate africane. Un flusso migratorio imponente ed epocale che non accenna a diminuire, ignorato dall’Europa e gestito dall’Italia con un approccio umanitario che fa parte del DNA della nostra tradizione culturale e storica. Tanta generosità ma molta […]

condividi su:
Continue reading …
Zwena – La storia che avrei preferito non dover scrivere

Zwena aveva gambe lunghe e sottili. Poco più di vent’anni. Zwena era bella, prima. Zwena con i denti rotti, con le cicatrici causate dalla plastica fusa lasciata gocciolare sul suo corpo, era ancora bella. Era viva. Zwena violentata, torturata, mantenuta in vita con quel po’ di  cibo sufficiente affinchè respirasse ancora, continuava ad essere bella. […]

condividi su:
Continue reading …
Page 1 of 41234