Forza Italia, Mancuso (FI) replica ad assessore Falcone

“Contro Micciché linguaggio forsennato di colui che è fuori di testa. Ha rovinato la festa in casa altrui” 
 

Palermo, 04/12/2022: “. Come giudicare se non fuori di testa il linguaggio forsennato di un Assessore che in casa altrui ha rovinato la festa con invettive premeditate contro Gianfranco Micciché? Non è un mistero che dalla scorsa Legislatura i rapporti con l’Assessore Marco Falcone non siano più idilliaci, anzi siano incrinati e logori. L’ho pubblicamente accusato di essere un ingrato e irriconoscente poiché piuttosto che al bene di Forza Italia in Sicilia, punta a coltivare il proprio orticello, strizzando l’occhio altrove. Adesso però la misura è colma. Si può buttare fuori qualcuno quando si è padroni di casa. Lui è un inquilino abusivo che da sempre strizza l’occhio a destra, rispetto alla storia moderata di Forza Italia. Credo che per lui sia arrivato il momento di dichiarare le proprie intenzioni, ovvero distruggere un partito che fino ad oggi è stato il fiore all’occhiello di un’Italia che si rispecchia nei valori liberali. Se devo essere sincero, in una cosa Micciché ha sbagliato: nell’avere permesso che tali soggetti diventassero classe dirigente di Forza Italia in Sicilia”. Lo afferma in una nota il Capogruppo di Forza Italia al Parlamento Siciliano, on. Michele Mancuso, a commento delle invettive pronunciate dall’assessore Marco Falcone contro l’on. Gianfranco Micciché, durante la Festa del Tricolore a Catania.  

Quello che più dispiace è che si sta provando a sabotare il Partito sulla pelle dei siciliani – conclude il Parlamentare. Sì perché se oggi la Corte dei Conti ha bocciato platealmente il Governo Musumeci – di cui Marco Falcone è un indefesso sostenitore e protagonista – è solo per l’ostinazione di certa politica, che piuttosto che prenderne le distanze, storna l’attenzione su Gianfranco Micciché, puntandogli il dito verso la porta. Forza Italia, quella ufficiale, ha dimostrato con i fatti di non essere attaccata alle poltrone, pur restando fedele al patto di maggioranza. Ribadisco senza neanche troppi convenevoli, che se c’è qualcuno che dovrebbe accomodarsi fuori dalla storia e dai valori di Forza Italia, quello è proprio Marco Falcone”. 

condividi su: