19 Giugno 2024
Home Il pianoforte fantasma di Aragona

18 thoughts on “Il pianoforte fantasma di Aragona

  1. …. Mi perdoni il dott. Morici se nonostante il mio impegno a tacere non riesco a reprimere l’impulso irrefrenabile di scrivere due righe su questo tema. Ma mi si conceda la licenza di essere un pò incoerente anch’io….
    Non per fare moralismo. Ma la questione appena fulgidamente illustrata dal caro totò è di una gravità inaudita….
    Ci chiediamo perchè nel nostro comune tutto va a rotoli?
    Ci chiediamo perchè i servizi essenziali sono carenti?
    Perchè non ci sono attività culturali che stimolino i ns giovani?
    Perchè siamo il sottoprodotto del sottosviluppo?
    La risposta è una e sola… e bisogna dirla a chiare lettere:
    Di fondo c’è una forte ignoranza di chi ci amministra….
    chissà se sanno casa sia un pianoforte e cosa si possa fare con un pianoforte ….. “è solo una cosa di due tre mila euro” …. briciole….
    Il fatto è che si tratta di un bene della comunità!!!
    è quello che è sfuggito: il BENE della comunità! il BENE di tutti!
    al di la del preziosissimo (culturalmente s’intende) strumento musicale, chi ci amministra non ha dimostrato di avere a cuore il BENE comune.
    Quando non esiste questa idea fissa è fisiologico che succedano di queste cose … quello che è di tutti non è di nessuno e, anzi, prima o poi diventerà di “cu è cchiù spertu”….
    E se vale per il pianoforte……. per il resto …..
    é possibile che sparisca qualcosa che è di tutti???? è possibile che il comune non sappia nemmeno cosa abbia il comune?
    Carò totò, hai saputo dipingere un quadro davvero desolante …
    Quando hai chiesto del pianoforte ti è stato risposto della salsiccia o del tagano….
    Ammirate, o gente, che uomini di elevata cultura che abbiamo dentro il consiglio comunale!!!
    Quando hai chiesto del pianoforte ti è stato risposto che la questione è troppo delicata per occuparsene.
    …. o si è lasciato intendere che qualcuno sapesse ma non dicesse…
    ebbene si…. cari aragonesi… s non si da alla cultura il dovuto riguardo – diceva riccardo muti – la nostra patria sarà davvero “si bella e perduta” .
    ma quello che rammarica è l’atteggiamento omertoso dei nostri amministratori … tutti hanno lasciato intendere di sapere ma non voler dire….
    chissà se c’è un nesso tra tutte queste cose: incultura, misconoscenza del bene comune, omertà….????

  2. Caro piropuro la tua ultima osservazione e la piu’ azzeccata e cioè “omertà”…l’omertà di ki li’ dentro sa tutto e tace…..di ki li’ dentro tira le fila….di ki li’ dentro fa da padrone…..di ki li’ dentro nn riconosce neanke cosa sia un pianoforte…di ki li’ dentro pensa a tenersi salda la poltrona sotto il …..!!di ki li’ dentro si permette di giudicare la correttezza e la professionalità di un giornalista….di ki li’ dentro si sente in dovere di prendere tutti gli aragonesi x deficenti …..ma come si puo’ continuare cosi’???? buttiamoli fuori adessoooo!!!! possibile ke nn abbiamo il coraggio di kiamarli tutti degli emeriti incompetenti e bigotti?????!!!fuori tutti altro ke assessori sono solo dei ………..(libero pensiero ).

  3. Sante parole le tue piropuro.

    Leggere che un sindaco non sa nulla o che un assessore non prende a cuore un problema di tale gravità suscita sconcerto a me ma dovrebbe suscitarlo a tutti i cittadini.

    Dove sta la delicatezza di dover cercare un bene che è della collettività che si amministra?

    Ma dove viviamo?

  4. E’ chiaro a tutti, ormai, che Aragona non solo ha toccato il fondo ma è andata oltre quello!
    Sapete di chi è la colpa di tutto ciò?
    Nostra, solo e soltanto nostra perchè alle elezioni votiamo sempre la stessa gente, perchè sono sempre gli stessi.
    Loro sbagliano (i Sig.ri Politici) portano un paese sull’orlo del fallimento e noi li riconfermiamo.
    SVEGLIA !! ARAGONA SVEGLIA !!!! GENTE SVEGLIA !!!! è ora di cambiare tutto, se noi siamo pronti a cambiare le nostre teste!

  5. i commenti ke trovo qui di seguito e ovunque si parli di Aragona sono x lo piu’ simili…tutti in accordo con o x il cambiamento….ma cio’ ke poi si percepisce x le nostre strade aragonesi è ben diverso…i gioki politici continuano….si giocano o quel o questo politico di turno ma gira e rigira si fanno sempre i soliti nomi….e semmai ci fosse qualke nome nuovo dietro c’è il volpone di turno!!!! quindi cosa fare????
    alcune proposte fantasiose:1° cambiare tutto il popolo aragonese con degli exstra terrestri(solo loro sono senza legami ,senza famiglie, cugini parenti,amici o datori di lavoro;
    2°far si ke tutta l’amministrazione comunale sia di al di sopra di ogni makkia o sospetto quindi Angeli, apostoli, santi;
    3°ke finalmente si dia credito e lustro alla parola dignità ,collettività,bene comune!
    Ma come dicevo pocanzi sono proposte solo x un paese ke nn esisterà mai.

  6. Cara Tatiana e pura e santa verita’ la tua ipotesi da come si legge nel tuo commento, ma vedi prima di tutto ad Aragona bisognerebbe rompere la testa a quelle persone che hanno vissuto e vivono ancora di clientelismo, pertanto quando vanno a votare non votano la persona pulita e dignitosa ma votano la persona che puo dargli di piu e gli lasciano fare tutto quello che vogliono., e i risultati sono quelli che vediamo e sono sotto gli occhi di tutti.La cosa peggiore e che queste persone ordinano in famiglia a giovani o a meno giovani di votare per tizio o per caio perche’ ad Aragona vige ancora la legge del PADRE PADRONE e guai a chi osa dire o fare il contrario sono proprio queste le persone definite il CANCRO DELLA SOCIETA’ QUINDI AD aRAGONA e’ E RIMARRA SECONDO ME UNA SITUAZIONE DIFFICILE DA RISOLVERE FINCHE ESISTERANNO QUESTE TESTE DI ……………….. giustamente tu ti chiederai e come faremo a cambiare ,ma soluzioni non ci sono parlarne sempre e continuamente chissa che certe persone non si ravvedano e non capiscano che bisogna cambiare mentalita’ e viaggiare nella legalita’ solo cosi le cose potrebbero cominciare a cambiare altrimenti li i politici di adesso e di poi saranno sempre scelte in maniera sbagliata e continueranno a governare un paese che e gia allo sbando ed in mano a gente senza scrupoli mandarli tutti a casa a calci nel……….speriamo che il popolo di aragona si svegli.

  7. Commento moderato:
    c’è da rimanere allibiti e sconcertati!!!!!
    altro che indignazione!!! dall’8 luglio data della comparsa del primo intervento di pianistadeluso sono passati venti giorni!!!!!
    …… Ma ancora nessuna notizia del pianoforte del comune!!!!
    Il sindaco tedesco che si è tanto incipriato la faccia di legalità e onestà ci faccia sapere!!!!
    due sono le cose: o il pianoforte viene fuori oppure il sindaco presenti un bell’esposto alla procura della repubblica!!!
    -omissis-

  8. Chi sapesse il luogo e i nomi delle persone che “custodiscono” il pianoforte, sarebbe opportuno che ne desse comunicazione a chi di competenza.
    Purtroppo, non è possibilefarlo tramite commenti sul sito.

  9. ….. volevo soltanto precisare che la parte censurata del mio intervente non conteneva nessun nome del presunto “custode” del pianoforte, ne potrebbe essere diversamente, dato che non lo so, ma soltanto un invito al sindaco ad assumersi le sue responsabilità …. per questo, ringraziando il dott. morici per la sua ospitalità, e per il bene che, forse inconsapevolmente sta facendo per il paese di aragona, vorrei chiedergli il motivo dell”omissis”.
    Grazie

  10. Gent.mo Sig. “pianistaincazzatonero”,
    se è pur vero che non veniva esplicitamente indicato alcun nome, è altrettanto vero che l’invito al sindaco indicava una direzione ben precisa.
    Si può dunque evincere che lei sappia qualcosa della quale noi non siamo a conoscenza.
    In tal caso, sarebbe opportuno che fossero altri soggetti, certamente più qualificati di noi, ad accertare come stiano le cose.
    Se così non fosse, mi scuso per aver moderato il suo commento, ritenendo che lo stesso potesse indurre altri in errore, credendo di intuire le stesse cose alle quali io ho pensato.
    Colgo anche l’occasione, per precisare che non censuriamo i commenti dei lettori, e che eventuali moderazioni degli stessi, sono volte alla salvaguardia tanto di chi commenta, quanto del giornale.
    Cordialmente
    Gian J. Morici

  11. DISPIACE ESSERE CENSURATI NON VEDO COSA CI SIA DI MALE CHIEDERE AL SINDACO ELETTO IN QUANTO PALADINO DELLA GIUSTIZIA DI FARE LUCE SU UNA VICENDA A DIRE POCO GROTTESCA.
    CARO MODERATORE VOGLIO SOLO STIMOLARE IL SINDACO A PORRE IN ESSERE LE SUE PREROGATIVE E A NON PRENDERE IN GIRO CHI LO HA ELETTO.
    PERTANTO RIBADISCO CHE E’ DOVERE DEL DR. TEDESCO FARE LUCE SULLA SQUALLIDA FACCENDA E CHIARIRE A TUTTI LA STORIA. DOPO LA STESSA STORIA NON LA POSSIAMO CHIUDERE CON UN”NON E’ SUCCESSO NULLA” IL SINDACO NON PUO’ NON SAPERE DOVE E’ ANDATO A FINIRE UN PIANOFORTE, NON UNA MATITA, CHIARO. IL RESPONSABILE DELLA TENUTA DEL MATERIALE ACQUISITO DAL COMUNE CHI E’ , GLI INCARICHI DI LAVORO LI FA IL SINDACO PENSO LO SAPRA’ CHI E’ IL FUNZIONARIO, ED ALLORA PERCHE’ TACERE DITECI IL NOME DI CHI FA BELLA MOSTRA NEL SUO SALOTTO DEL PIANOFORTE COMPERATO CON I SOLDI DI TUTTI I CONTRIBUENTI ARAGONESI. ED ALLA FINE, CARO CENSORE, MI SEMBRA BUONA NORMA CHE CHI HA SBAGLIATO ABBIA IL BUON SENSO DI LEVARSI DI TORNO, CONSIDERATO CHE NON GLI SI PUO’ AFFIDARE UN OGGETTO, FIGURARSI L’AMMINISTRAZIONE DI UN COMUNE. RIPETO IL SIG. SINDACO FACCIA IL NOME, TUTTO IL PAESE LOSA MAE’ GIUSTO CHE LO FACCIA LUI E CHE PRENDA I DOVUTI PROVVEDIMENTI.
    SPERANDO DI NON ESSERE NUOVAMENTE CENSURATO.
    CORDIALI SALUTI

  12. … ribadisco!!! …. questo “qualcosa” del quale voi non sareste a conoscenza NON LO SO NEMMENO IO!!! ne è comprensibile come potesse leggersi tra le righe del mio commento…. lo dico a chiare lettere QUELLO CHE SO DI QUESTO PIANOFORTE LO HO APPRESO DA QUESTO GIORNALE.
    In ogni caso l’attegiamento silente del sindaco non può che essere indice di responsabilità non solo politiche.

  13. Cari amici di ke vi scandalizzate????? Dell’omertà abbiamo fatto il nostro modo di vita…..nessuno parlerà xkè il timore di denunce o querele sono sempre dietro la porta!!!!! la “casta” nn si tocca!!!! e ki solamente osa sfiorarla dovrà fare i conti con le “ripercussioni”…..mi spiace nn sapere quel nome l’avrei fatto volentieri……ma qui siamo in Sicilia dunque !

  14. …. ancora nessuno si degna di dare risposte. Viene davvero da sospettare che si stia coprendo qualcuno ….. che tristezza!!!!

  15. Un doveroso plauso da parte mia a chi interessandosi del pianoforte “fantasma” ha creato i giusti presupposti per la ricomparsa dell’oggetto stesso con il quale in una delle sere celebrate per la festività di S. Vincenzo, con la partecipazione di un ragazzo della nostra comunità che, devo precisare, ha usato lo strumento in modo davvero egregio e con la partecipazione “improvvisata” e perciò assolutamente fantastica del grande amico e concittadino “Nino Seviroli” abbiamo trascorso, i presenti nell’ex chiesa del purgatorio, un’ oretta circa di assoluto divertimento.
    Grazie di vero cuore da parte mia e sicuramente da parte di tutti i presenti in quella occasione.

  16. @salvatore, Grazie!!!…. il merito, assieme all’amico castellana, me l’assumo in pieno.

Lascia un commento