23 Aprile 2024
Home DIMISSIONI E SCIOGLIMENTO DI CIRCOLI DI LEGAMBIENTE

4 thoughts on “DIMISSIONI E SCIOGLIMENTO DI CIRCOLI DI LEGAMBIENTE

  1. Contatterò personalmente il Direttivo, ringraziandoli per la “pulizia” intellettuale dimostrata.

    La lettera si concentra sul “fotovoltaico”, ma siamo tutti consapevoli che questa lettera è ben più profonda e motivata.
    Nasce dalla consapevolezza che i “FATTI” smentiscono le pur belle eco-chiacchiere dei siti denuclearizzati.

    Tutti ricordano le recenti manette a Franco Bonanini, Truffa aggravata in danno dello Stato.. falso ideologico e materiale, corruzione, tentata concussione, violenza privata, calunnia e associazione a delinquere, abuso d’ufficio, favoreggiamento, omissione di denuncia e abuso edilizio.

    BONANINI ovvio È anche membro della giunta esecutiva di (Federparchi) e del Direttivo Nazionale di LEGAMBIENTE. Fondatore di Symbolae

    Che in Puglia uomini di Legambiente speculano e devastano col fotovoltaico nei campi è solo un anello di una interminabile catena di eventi che si susseguono da anni.

    Gianni Silvestrini e Mario Gamberale, due vertici di Legambiente, oltre € 400.000 l’anno per 20 anni..questa era forse la causa perorata a Cutrofiiano?

    Articoli si susseguono:
    .. un gruppo di dirigenti ed ex dirigenti di Legambiente che hanno messo in atto un SISTEMA in grado di condizionare non solo la politica ma anche l’economia italiana nel settore delle energie alternative.

    Elemento di primo piano, pare sia Ermete Realacci. Deputato PD, fondatore degli Ecodem, fondatore della fondazione Symbola, Presidente onorario di Legambiente ecc..Subito dopo Realacci vi sono i senatori PD (Ecodem) Roberto della Seta e Francesco Ferrante.

    Ermete Realacci è a capo di una piccola fondazione di cui, in un modo o in un altro, fanno parte anche Diego Della Valle, Carlo De Benedetti e Alessandro Profumo.

    Sono i troppi Antonio Ferro, sempre LEGAMBIENTE fautore di “INCENERITRI”..
    I Matteo Fusilli implicato con Scaramella in appalti deliranti.

    L’eolico incentivato in maniera parossistica che fà pensare, i tanti articoli di altre associazioni che si dissociano e condannano.

    Ma c’è una cosa di cui nessuno parla, al cui confronto il fotovoltaico di Cutrofiano son caramelle.

    Interessi di centinaia di milioni di euro nei carbon credit, società in cascata che li vendono, consulenze, banche aziende, un turbinio di soldi sponsor boe sperimentali sovvenzionate dal ministero dell’Ambiente.

    EOLICO, “MAIONESI IMPAZZITE” E GLI AFFARI DI LEGAMBIENTE. MA C’E’ ANCHE CHI NON CI STA

    Titola un art.esattamente un anno fà tanto che simpaticamente così concludeva:
    Parleremo anche dell’iniziativa “regala un albero di Natale, di chi prende i soldi e del perché a Natale un albero costa 40 euro, mentre sul sito parchi per kyoto. lo stesso albero vale 20 euro.
    Tutte “maionesi impazzite” come quelle che riguardano l’eolico?

    Ma alcune lettere denunciano cose ben più gravi che un “alberello” speculativo:

    Quote azionarie di SORGENIA, turbogas e centrali a CARBONE RADIOATTIVO.
    Qui il discorso cambia, qui ci troviamo al paradosso assoluto.

    SORGENIA Turbogas di Aprilia: farà più morti che posti di lavoro ..Sarà un’enorme danno all’economia locale per il solo profitto privato della famiglia De Benedetti e degli azionisti”..17/12/2010
    E..
    Non si trovano più in tribunale i procedimenti aperti contro Sorgenia.

    Qui un passaggio importante al riguardo:
    . turbogas di Aprilia… L’avallo è stato dato dall’Arpa Lazio, il cui commissario è l’ Avv. Corrado Carrubba, che è consulente di Lega Ambiente

    Corrado Carrubba dell’Arpa Lazio, non sembrerebbe super partes poiché SORGENIA e LEGAMBIENTE sono comunque collegate.

    Così come leggo nello STATUTO DI LEGAMBIENTE:
    E’ inoltre stabilita l’incompatibilità tra cariche esecutive territoriali di Legambiente e cariche amministrative esecutive di amministrazioni locali e di enti di gestione territoriale.

    Avallo strano, visto che LEGAMBIENTE in più art. si dichiara contraria alle TURBOGAS.

    E varie art. parlano chiaro: “Sorgenia e Legambiente uniti nel business ..”

    Mario Di Carlo, parlava di “CODA ALLA VACCINARA” con Cerroni.
    Ex vertice LEGAMBENTE il Mario Di Carlo.

    Inizia a farmi tenerezza Maurizio Trupiano, preso con una busta e diecimila euro mentre usciva di notte dalla casa di un imprenditore, che lo denunciava per estorsione.
    Il giudice giustamente ha creduto che non sapesse cosa conteneva la busta.

    Dunque Cutrofiano è salva, questo è l’importante.

    Qui i link per quanto sopra: http://www.pieroiannelli.com/?p=8

    Cordialmente.

    PIERO IANNELLI

    pieroiannelli@gmail.com
    N.Cell:3398513962

  2. Lo Stato si è dimostrato sempre molto debole nella sponsorizzazione di associazioni come legambiente, che ormai ha preso il sopravvento ed ha acquisito DIRITTO DI VETO o SOSTEGNO su tutto e su tutti. Basta vedere cosa ha fatto in Sicilia contro il Golf Resort di Sciacca. Legambiente è una associazione sì, ma a ………., con il potere di bloccare tutti gli interventi nei quali non ha specifici interessi.

  3. Credo proprio che in Legambiente saranno in molti a disperarsi per la perdita di cotanta “pulizia intellettuale”.
    Nicola

Lascia un commento