20 Giugno 2024
Home CONDANNA DEFINITIVA (CALUNNIA) PER ARNONE

5 thoughts on “CONDANNA DEFINITIVA (CALUNNIA) PER ARNONE

  1. L’avvocato Arnone non le è simpatico. Anzi proprio non lo può soffrire a quanto pare. Questo lo abbiamo capito. Converrà che il carcere debba essere “somministrato” a soggetti realmente pericolosi per la società. La condanna per reati legati alla manifestazione del pensiero, secondo me, dovrebbe comportare solo una sanzione pecuniaria, con un ristoro economico adeguato in favore della persona offesa. In un paese evoluto la giustizia dovrebbe essere amministrata diversamente da come avviene oggi in Italia. Cosa ne pensa di un convegno su Cesare Beccaria (noto illuminista lombardo) ad Agrigento?

  2. Il reato di calunnia non è, caro Francesco, un reato “legato alla manifestazione del pensiero”, ma reato contro l’amministrazione della giustizia e contro la vita delle persone. Nei confronti di Arnone sono state punite con multe inadeguate diffamazioni (che pure non sono reati di “manifestazioni del pensiero”, almeno quando consistono nell’attribuzione gratuita di qualifiche quali “mafioso” etc. etc.). Un convegno su Beccaria? Purché non serva ad adeguare la durezza del carcere così come la voleva il “noto illuminista”. Neanche per Arnone. Che la giustizia non funzioni è provato dal fatto che Arnone sta ancora fuori.

  3. Forse l’Avv. Mellini è un penalista di esperienza e saggezza troppo consolidate perchè non debba ritenere doveroso esprimere tutto il suo dissenso per un personaggio per cui la giustizia ed il diritto funzionano secondo una sua libera e sconclusionata interpretazione. Non si stupisca, allora, più di tanto, caro Francesco, al punto di sentire il bisogno di richiamare a sproposito Beccaria e proporre un convegno su di lui.

  4. Caro profeta, non ho capito quasi niente di quello che ha scritto. Forse intendeva dire che l’avvocato Mellini, secondo la sua opinione avrebbe espresso un doveroso dissenso (eufemismo) nei confronti di un personaggio (avvocato Arnone), a suo dire, sconclusionato? Converrà che è una sua asserzione sfornita di adeguata motivazione e, quindi, di scarso valore. Quanto al mio richiamo, a suo dire, a sproposito, di Cesare Beccaria, che dire … “lei sa, io so” … Le auguro buone feste.

  5. Caro profeta, non ho capito quasi niente di quello che ha scritto (naturalmente per mia incapacità). Forse intendeva dire che l’avvocato Mellini, secondo la sua opinione avrebbe espresso un doveroso dissenso (eufemismo) nei confronti di un personaggio (avvocato Arnone), a suo dire, sconclusionato (altro eufemismo)? Le sue mi sembrano asserzioni generiche di una tesi con potere di convincimento, oggettivamente, scarso. Quanto al mio richiamo, a suo dire, a sproposito, di Cesare Beccaria, che dire: lei asserisce di sapere, io so di sapere … Comunque la ringrazio per le gentili parole che ricambio con gli auguri di buone feste.

Lascia un commento