15 Luglio 2024
Home Congresso del Pd. Messana segretario. Arnone sconfitto

4 thoughts on “Congresso del Pd. Messana segretario. Arnone sconfitto

  1. ma di che parli???? Arnone, di lui possiamo parlarne a parte, in questa storia ha tutte le ragioni. Ha messo a nudo quanta democrazia e pulizia c’è in certi ambienti. 30 anni di sconfitte consecutive. Nessuno ha potuto smentire, carte alla mano, ciò che ha affermato Arnone. Gli va riconosciuta la caparbia e la voglia di battersi contro un “sistema”

  2. Io al congresso non ero presente e sicuramente il giornalista Di Bella ha fatto la cronaca della giornata, tuttavia ritengo opportuno evidenziare che chi come me milita nel partito, essendo un dirigente ed un eletto locale, sa che nella fase preparatoria congressuale le cose sono andate diversamente ed abbandonando ogni ipocrisia è di tutta evidenza che c’è stata una forzata unità di intenti intorno alla candidatura di Messina.
    Io per esempio, ma anche tanti altri, per una maggiore chiarezza politica avevo caldeggiato la candidatura del capogruppo alla Provincia (vedasi intervento del 5/10/2010, http://giuseppesferrazza.blogspot.com/2010/10/le-ragioni-politiche-di-una-candidatura.html).
    Sta a Messana dimostrare che l’unità rappresenta un valore ed i prossimi mesi spero ci consegni un partito unitario, con tutte le componenti, compreso l’Avv. Arnone.
    Per quanto riguarda il dibattito chi come me era già a conoscenza che non sarebbe stato possibile nessun intervento ha preferito, per non fare polemiche, rimanere a casa.
    Inoltre, a mio giudizio, se è ancora possibile esprimere un giudizio in questo partito, è risultata quanto meno inopportuna dal punto di vista politico la presenza nel tavolo di Presidenza del Sen. Gambino, a cui auguro naturalmente, come a chiunque altro, di essere assolto.
    Direi che non è stato sconfitto Arnone perchè si sapeva fin dall’inizio che comunque si sarebbe arrivati alla elezione di Messana, visto che era l’unica candidatura presentata.
    Ma se di sconfitta si deve parlare, parlerei di sconfitta di tutto il gruppo dirigente.
    La speranza, comunque, è che con l’elezione di ieri si apra una nuova fase ed il partito ritorni finalmente, ed era ora, a parlare di problemi concreti della gente, l’unica cosa per cui vale ancora la pena di fare politica in questo partito.
    Giuseppe Sferrazza
    Capogruppo del PD al Consiglio comunale di Campobello di Licata

  3. Condivido perfettamente il contenuto dell’articolo e mi permetto di aggiungere che oltre allo stesso Arnone, artefice della propria distruzione, l’altro grande regista della sua distruzione è l’editore di una nota emittente televisiva locale e di un sito web che non fa altro che rendere pubbliche le “esternazioni” di Arnone. Ha dato ad Arnone tanto di quello spazio che quest’ultimo, abituato come è a strafare e tentare di prevalere sempre sugli altri, ha usato questi mezzi fino all’esasperazione, rendendo perfettamente visibile, purtroppo per lui, la sua natura mistificatrice, contorta, arrogante, presuntuosa e prevaricatrice. Il comportamento del sopracitato editore sarebbe stato “MERITORIO”, se alla base delle sue “CONCESSIONI” non ci fosse stata la necessità di “NEUTRALIZZRE” le aggressioni dello stesso Arnone nei suoi confronti. Ma poichè il tempo è galantuomo e sta facendo giustizia di un individuo come Arnone, che, se fosse stato in vigore l’ostracismo, da tempo sarebbe stato SPEDITO in altri lidi, ora è anche giunto il momento che si faccia giustizia di una informazione BACATA e sottomessa a squallidi condizionamenti, che ha arrecato notevoli danni morali a molte persone per bene, sacrificate per necessità e spregiudicata complicità sull’altare di un individuo come Arnone. Per fortuna le persone hanno aperto gli occhi da tempo e sapranno dare le risposte giuste a chi da artefice, da complice o da “vittima” si è prestata a certi SPORCHI GIOCHI.

  4. Ci sono uomini che hanno una sola missione nella loro vita, essere contro, contro tutto e tutti ad esclusione di se stessi. Come conseguenza di ciò tutto quello che toccano è generalmente distrutto. Arnone è uno di questi uomini. Degno rappresentante della scuola targata “Legambiente” ha fatto della delazione, dell’insulto, della confusione, le armi per essere sempre al centro della scena e per offendere ed insultare chiunque si trovi sulla sua strada. Ma quanto danno fanno personaggi del genere all’intero PD (vedi la storia dei manifesti sotto casa di Bersani) e quanto ad Agrigento ed all’intera Sicilia?.

Lascia un commento