4 Marzo 2024
Home Coppia gay si bacia e viene aggredita

10 thoughts on “Coppia gay si bacia e viene aggredita

  1. QUESTE CATEGORIE DI ANIMALI. MEGLIO NON SPECIFICATE. CHE SI DEFINISCONO COPPIE DOVREBBERO ESSERE DECAPITATI. DALLO STATO ITALIANO.

  2. Condivido in pieno la pena di morte. Mi avrebbe evitato il problema di decidere se pubblicare o meno il suo commento. Purtroppo, come vede, anche persone come lei in questo paese hanno diritto a vivere…

  3. Chi definisce gli omosessuali “animali da decapitare” avrà pure diritto a vivere, ma non credo che sappia cos’è la vita.

  4. Questa notizia ha dell’incredibile. Dico: sei un commerciante di ortaggi, vedi due gay che si baciano e gli tiri contro una melanzana? Ma tiragli contro un finocchio…così, giusto per fare pendant. Scherzo, ovviamente. L’episodio è grave, ma v’è d’aggiungere che solo due persone che probabilmente non avevano mai messo piede nella città horror per antonomasia, potevano commettere un “errore” del genere. Tutta la mia solidarietà alla coppia.

  5. Animali sono le persone ignoranti e stupide come te.. Persone come te sono da curare..

  6. Bella la battuta del finocchio 🙂 ossia, quella dell’ortaggio da tirare alla coppia gay. Non credo che GIAOCCHINO pensi veramente quello che ha scritto ma spero sia stata semplicemente una provocazione. Quanto è accaduto a Favara è molto triste e spero che i presenti non abbiano assistito passivamente alla scena ma abbiano difeso i malcapitati bersagli di ortaggi, facendo magari comprendere al fruttarolo che i gay stanno alla realtà e quindi alla natura che ci circonda come l’aria, l’acqua, il sole, la terra e ogni cosa che ci circonda.

  7. Be.. che dire… siamo socialmente 10 anni indietro rispetto al resto del mondo. Voglio premettere che sono etero (e quindi non di parte) e dire che anche a me è capitato di vedere due gay baciarsi e sinceramente a primo impatto nn è piacevole, però, rimane il fatto che l’omosessualità esiste, è sempre esistita e varie civilta, fin dall’antichità ci hanno convissuto, quindi, anche se si hanno preferenze sessuali diverse, bisogna rispettare le loro scelte. Perdonate il francesismo, ma se a loro piace ehm.. “prenderlo” a noi che importa??? Ho avuto modo di conoscere qualche ragazzo gay e devo dire che non ho mai ricevuto avance.. MAI!,perchè erano a conoscenza della mia sessualità,etero e rispettavano la mia natura. Mi sono dilungato un pò troppo, voglio dire solo un ultima cosa… l’intolleranza, religiosa, sessuale, ecc… è sempre stata alla base di tutti i conflitti e se cercheremo di vedere il mondo in maniera più “elastica”, forse il mondo in cui viviamo potrebbe essere migliore.

  8. credo che ciò a cui stiamo assistendo è spaventoso, stanno riducendo la libertà di stampa, di informazione, siamo in un regime quello che temo davvero è che prima o poi verrà ridotta anche la libertà di amare e chi amare.

  9. definire Favara la città HORROR PER ANTONOMASIA come ha fatto Adriano mi sembra un pò troppo oltre che stupido e irrispettoso, sarebbe stato meglio dire che il fruttivendolo in questione, che non conosco, non sa cosa significhi il termine civiltà..ma si sa che alla stupidità e ignoranza umana non c’è mai fine.

  10. Associazione Omosessuale Articolo Tre
    c/o LEFT
    Via Degli Schioppettieri 8 – 90133 Palermo
    articolotrepalermo@yahoo.it

    Palermo, 24.08.2010
    Al Sig. Sindaco del Comune di Favara
    Avv. Domenico Russello
    Fax: 0922-31664

    Oggetto: episodio di omofobia nella città di Favara

    Egregio Sindaco,
    apprendo dalla stampa che nella sua città la scorsa settimana, durante il mercato settimanale, un fruttivendolo ha lanciato degli ortaggi contro una coppia gay che si era scambiata un bacio. Il fatto successo è gravissimo e rappresenta l’ennesimo atto di omofobia nei confronti delle persone omosessuali che purtroppo ancora oggi, in Italia, sono quotidiani.
    Sono certo che non è la norma nella sua città, che sia un caso isolato, ma mi piacerebbe sentire da Lei, massimo rappresentante cittadino, parole di condanna dell’accaduto, per scardinare anche quel minimo astio o rancore che ci possa essere da parte di alcuni nei confronti di altre persone.
    A due mesi di distanza del Sicilia Pride 2010 che si è svolto a Palermo il 19 giugno, manifestazione contro l’omofobia che ha visto scendere in strada oltre 10000 persone e che ha avuto il patrocinio di istituzioni quali il Comune e la Provincia di Palermo e la Regione Siciliana, è triste sentire che nella nostra terra accadano ancora questi fatti.
    Mi piacerebbe pensare anche ad un’iniziativa di sensibilizzazione pubblica, un dibattito o una campagna e per questo Le chiedo un incontro per affrontare la questione.
    Sono certo della sua attenzione e attendo un riscontro alla presente
    Distinti saluti
    Il Presidente di Articolo Tre
    (Claudio Lo Bosco)

Lascia un commento