TRIVELLAZIONI OFF-SHORE, CAPODICASA (PD): “GOVERNO SVENTI ASSALTO AL CANALE DI SICILIA”

“Il Governo sventi questo assalto al Canale di Sicilia da parte delle compagnie petrolifere”. È quanto chiede l’on. Angelo Capodicasa, deputato del Partito Democratico, che ha presentato un’interpellanza per sapere quali iniziative intenda assumere al fine di scongiurare il proliferare di iniziative di ricerca di giacimenti di petrolio nel Canale di Sicilia.
“Secondo le associazioni ambientaliste – rivela Capodicasa nell’interpellanza – sarebbero oltre cento le autorizzazione per trivellazioni off-shore, richieste o già in vigore, nel mare Mediterraneo, nel tratto prospiciente le coste siciliane”
“Molte di queste autorizzazioni – aggiunge Capodicasa (Pd) – si trovano nelle immediate vicinanze di centri turistici o marinari, come Sciacca o Licata, altre nelle vicinanze di aree marine protette, come Pantelleria, altre ancora in zone ad alto rischio sismico, come quella prevista nei pressi dell’isola Ferdinandea”.
“Il delicato ecosistema del Mediterraneo e le sue caratteristiche di “mare chiuso” rendono le attività di ricerca e di estrazione ad alto rischio: anche un solo incidente di lieve entità sarebbe esiziale per l’ecosistema e per l’economia dei paesi rivieraschi del Mediterraneo”.
“Per questi motivi chiediamo – conclude Capodicasa – che il Governo si attivi, d’intesa con gli organi dell’Unione Europea, per revocare tali autorizzazioni”.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA

*