Non si cambiano le regole del gioco

I magnifici cinque, ovvero i parlamentari del Partito Democratico eletti ad Agrigento, non contenti di tenere il Partito nella nostra provincia nelle condizioni in cui è ridotto, sono anche incapaci di tenere un accordo sulla candidatura unitaria per il prossimo congresso provinciale del partito del segretario uscente. Non è proprio possibile che, non appena scaduti i termini della presentazione delle candidature, sono iniziati i distinguo e le prese di distanza. Vada se che non è possibile cambiare le regole del gioco a partita iniziata. Non entro nemmeno nel merito della qualità del candidato unico. Se non andava, si discuteva prima e anche la nostra componente era disposta a discuterlo. Adesso il tempo è scaduto e se questo partito e i magnifici cinque hanno un sussulto di dignità, andiamo al congresso e vediamo di recuperare in quell’assise un po’ di progettualità di cui tanto il PD agrigentino ha bisogno e ognuno smetta di posizionarsi per i futuri e ipotetici appuntamenti elettorali. Il Partito è molto più importante del destino politico di ciascuno di noi.

Agrigento 15 ottobre 2010

 Mimmo Ferraro

Componente MARINO

Please follow and like us:

One Response to Non si cambiano le regole del gioco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA

*