28 Febbraio 2024
Home Consiglio generale della Ust-Cisl Agrigento. Un’occasione mancata

13 thoughts on “Consiglio generale della Ust-Cisl Agrigento. Un’occasione mancata

  1. La cridi identità e di rappresentanza del sindacato in genere è evidente.Una politica morbida verso il governo Berlusconi disorienta i lavoratori,che non comprendo i licenziamenti in tronco dei sindacalisti Fiom.Prima sarebbe successo il finimondo,Ma se la Fiat continua con la prepotenza deve mobilitarsi il popolo
    dei lavoratori che lascerà il sindacato debole e diviso

  2. Si salva solo la CGIL: Il resto sono venduti o al Padrone o al Governo!

  3. La libertà di un giornalista è sacra,non si può intimidire un giornalista che non si può difendere.

  4. Visto l’argomento trattato e la presenza di un segretario nazionale, ritengo che gli assenti avevano impegni improrogabili ed inderogabili, come andare a mare, che gli hanno impedito di prendere parte ad un consiglio generale seminariale. È vergognoso che buona parte dei consiglieri, dirigenti ed iscritti, non abbiano sentito il dovere di sostenere con la loro presenza il sindacato in un momento di rinnovamento.All’assenza dei sindacalisti, si aggiunge quella altrettanto vergognosa di una classe politica locale poco attenta verso i problemi che riguardano la collettività e non solo i sindacati. La CISL, la Furlan e Bernava, avrebbero meritato una più nutrita platea, motivata dal bene comune. Agli assenti della Cisl e ai politici agrigentini, posso solo dire VERGOGNATEVI.

  5. Sono profondamente deluso di quanto è avvenuto, convinto che senza quella infelice esternazione di Bernava, il consiglio generale avrebbe potuto segnare una nuova svolta della Cisl agrigentina.
    La storia della Cisl in questi ultimi decenni ha più volte evidenziato che l’autonomia politica da qualsiasi soggetto è stata ed è pura utopia, un vero peccato per un grande sindacato, che nel passato si era affermato come unico sindacato riformatore, responsabile ed autonomo.
    Non dimentichiamo che tra dimissioni, commissariamenti,reggenze, la Cisl in questi ultimi decenni non ha assolutamente rinnovato parte del gruppo dirigente, perdendo credibilità e fiducia nei propri iscritti.
    Vicende note a tutti…..che hanno visto dopo la guida di Adragna, la elezione di Palamenga,la sua sfiducia dopo appena 2 anni, il commissariamento affidato a Cianciolo durato meno di 6 mesi, la scelta ricaduta su Catuara, protratta fino al 2008 ed infine la scelta di Migliara che è sopravvissuto per pochi mesi per essere, a suo dire, costretto a dimettersi.
    Da ex dirigente sindacale,per sopraggiunti limiti di età, non mi meraviglierei affatto che questo mio commento possa essere per qualcuno futile ed inopportuno, mi chiedo cosa ha da nascondere Bernava, per non avere ad oggi replicato, quanto scritto sui giornali e nel web?
    Se le vicende ad oggi denunciate non hanno trovato ad oggi smentite da parte della Cisl, come mai la stessa non denuncia ed espelle chi ha commesso eventuali atti illegittimi e/o illeciti?
    Ho notato che durante i lavori del Consiglio Generale erano presenti il Catuara ed il Migliara, come mai ?
    Bernava si decida o parla o si stia zitto, invece di inveire contro una stampa che ad oggi, senza replica, ha scritto purtroppo fatti reali.
    Oggi si profila con la guida di Montalbano una nuova stagione sindacale per la Cisl agrigentina e sarebbe un peccato, per i loro associati e per le gravi emergenze sociali ed economiche della ns. provincia, che questo sindacato venga ancora pervaso da scandali e conservatorismo.
    Oggi più che mai il sindacato deve ritrovare la sua autonomia da ogni forma di “interessi” riportando i lavoratori,i pensionati e i disoccupati quali “unici” titolari di interessi.
    Il resto è solo cortile…
    Ex dirigente

  6. Il puzzle sta per essere completato,l’ultimo tassello…. l’espulsione di Migliara !!!!

  7. Sulle vicende della IAL ci sono denunzie di un ex dirigente Cisl alla magistratura,ci vuole chiarezza,se si vuole che restiamo in questo sindacato,che deve essere una casa di vetro.

  8. sono stupefatto dalla sua furbizia sig. morici.
    aver modificato una notizia crea un rigurgito complessivo di chi ha qualcosa da dire contro la cisl.
    lo stronzetto o la stronzetta era rivolti ad eventuali talpe all’interno della cisl che passano a qualche “curtigliaro” le notizie.
    lei da abile scrittore, come è, conoscendo gli utenti del suo sito ha voluto dare ancora una volta una inpennata agli accessi.
    più volte ha scritto che non ha nulla contro la cisl, bugia, perchè altrimenti non si spiegherebbe il motivo per cui frequenta le assise del sindacato.
    sicuramente non ha compreso le affermazioni del segretario generale della cisl siciliana, che ha la volontà di ripulire eventuali sporcizie
    che la cisl conserva ancora in casa.
    negli ultimi mesi un paio li ha fatti fuori e lei conosce perfettamente i fatti, infatti ha scritto tanto sulle cause provocate dalla superficialità
    di alcuni.
    dovrebbe quindi esaltare quanto fatto dal reggente della cisl, anche se talvolta alcune decisioni hanno fatto male a suoi amici.

  9. Egregio Giovanni,
    sono ancor più stupito dalla sua capacità di stravolgere i fatti.
    Ritengo che nessuna “talpa” potesse meritare l’appellativo “giornalista stronzetto”, espressione per me facilmente dimostrabile dalle registrazioni delle quali sono in possesso.
    Tutto il resto, non è meritevole di ulteriori commenti.
    cordiali saluti Gian J. Morici

  10. Egr. sig Morici, debbo dare atto al dott. Maurizio Bernava segretario regionale della Cisl, di avere intrapreso tra tante difficoltà ed in solitudine, un percorso di rinnovamento e di trasparenza, nella sede provinciale di agrigento.

    Questa è storia scritta e consolidata, io ripongo molto fiducia sull’operato del dott. Maurizio Bernava, a prescindere dalle sue esternazioni, magari dette in momenti di rabbia, ………..e poi cosa doveva dire di più in merito ai fatti accaduti, che riguardano il Caaf, la Cassa Edile, il bilancio, la parentopoli nei sindacati, la politicizzazione del sindacato e i tesseramenti, su questo sito abbiamo sviscerato gli argomenti fino alla nausea, e penso che noi forse ne sappiamo più di lui, senza ombra di dubbio, possiamo affermare, che le verità emerse ( e mai smentite) amplificate dallo spirito libero e mai domo del sig Morici, che con il suo blog ha contribuito in maniera determinante a far esplodere il “”Bubbone Cassa Edile e Caaf Cisl””.

    In questo contesto il segnale che ha lanciato il dott Bernava, con le azioni poste in essere nella sede provinciale della Cisl di Agrigento, è stato forte, ma non e stato recepito dalle altre forze sindacali come la Uil e la Cgil, che pur avendo nell’affaire Cassa Edile, le stesse responsabilità, ancor oggi si permettono di difendere a spada tratta l’operato dei propri dirigenti, con l’aggravante di lasciarli ai posti di comando e controllo all’interno del Comitato di Gestione dell’ente, ………….buon senso avrebbe detto, quantomeno di spostarli ad altri incarichi all’interno del sindacato.

    Anche su questa arroganza, di chi vuol difendere con le unghie le proprie posizioni di privilegio, il dott Bernava ha dovuto combattere, ma l’ha spuntata, la Cisl ha fatto il primo passo verso la trasparenza.

    Diritti Negati

  11. Caro Diritti Negati,
    il nome la dice lunga…., sembra quasi che questa sua difesa a spada tratta il segretario Bernava che conosco solo per quanto pubblicato da questo sito e non smentito nè da lei e nè da altri, abbia lo scopo di vedersi riconosciuti quei diritti che per l’appunto le sono stati negati.
    Non ho molta simpatia per chi utilizza l’anonimato per farsi i caxxi suoi, nè me ne può fregar di meno delle persone sulle quali lei scrive.
    Mi sembra veramente esagerato scrivere che qualcuno abbia fatto pulizia, senza precisare nè di chi nè di cosa e senza assumersi la responsabilità dei propri scritti.
    Sarebbe interessante, oltre che onesto, che lei denunciasse pubblicamente e alle autorità competenti i presunti illeciti per i quali anonimamente accusa gli altri.
    E’ certo del fatto che come sostenuto da Giovanni non si tratti del completamento di un puzzle iniziato tempo fa?
    O la sua simpatia per la Cisl e Bernava, la porta ad attaccare in maniera sconsiderata solo qualche sindacalista e sindacati antagonisti alla Cisl?
    Una cosa bella bella….sarebbe se lei ci spiegasse chi paga e per cosa paga.
    Ancor più bella, se decidesse di firmare i suoi scritti.
    Ono ?

  12. Caro “Lettore(poco)attento”, mi viene il dubbio che lei non vive ad Agrigento e che non abbia seguito gli avvenimenti che dal 2009 ad oggi hanno coinvolto (parliamo di questione morale), la Cassa edile di Agrigento e la triplice sindacale.

    Non vorrei partire da molto lontano, come lei ben sa l’ente è gestito pariteticamente da imprenditori Ance e sindacati firmatari dei CCNL (Cgil-Csl-UIL).
    Gli avvenimenti di cui si parla, sono storia accertata, e divulgata proprio dagli stessi interessati con ; trasmissioni autogestite, trasmissione su Nuove Opinioni e lettere aperte.

    Per i fatti accaduti da parte sindacale non si salva nessuno, questo per farle capire che non tifo per nessuno, io tifo per i diritti dei lavoratori e per l’uguaglianza di tutti i cittadini. Il sindacato è un’istituzione sacrosanta, posta a tutela dei diritti dei più deboli, deve salvaguardare la dignità di tutti i lavoratori, ma principalmente dei disoccupati, qua non stiamo criticando il sindacato come istituzione, ma chi dentro il sindacato approfitta della propria carica per tranne dei vantaggi personali, discriminando altri lavoratori e calpestando le aspettative di chi cerca la prima occupazione.

    Anche Giovanni si deve ricredere sul sig Morici, non è di parte si è sempre documentato, ed è contro ogni illegalità da qualunque parte venga, si batte contro ogni sopruso a favore dei più deboli e i meno protetti, e principalmente contro CHI vuol sviare l’opinione pubblica dal vero obbiettivo: abbattere nella nostra città tutti i comitati del malaffare, che purtroppo condizionano nel bene( per loro) e nel male (per tutti) la vita di troppa gente.

    Io il mio futuro me lo voglio conquistare con le mie forze ed il mio intelletto, senza si!!!! e senza ma!!!!!, in questo contesto chi va avanti, come lei può ben vedere e toccare con le proprie mani, sono solo i figli e i nipoti di gente, che calpestando speranze e aspettative di vita migliori, fa assumere senza ritegno di moralità alcuna i propri figli e i propri nipoti in enti bilaterali, sostenuti col contributo dei datori di lavoro e dei lavoratori.

    Se a lei va bene che gli uomini posti a tutela dei diritti e dei bisogni dei lavoratori, discriminano, calpestano gli Statuti sindacali, i CCNL, l’etica e la morale, pur di raggiungere il fine personale dell’assunzione di propri parenti, è inutile che noi continuiamo questo discorso.

    Se a lei va bene che un settore, come quello edile, perennemente in crisi, elargisce, con l’avallo di tutti i sindacati, un esodo milionario con i soldi accantonati dai lavoratori a dirigenti ex sindacalisti, se a lei questo va bene, ………..a me e a tanti altri lavoratori dell’edilizia e cittadini di Agrigento, fa venire il voltastomaco.

    Io ho portato fatti noti, non congetture, fatti riportati da tutti i blog e testate giornalistiche, e proprio da li risulta l’assordante silenzio della Uil. Al contrario della Cgil che ha parlato troppo, ma solo per difendere l’operato dei suoi rappresentanti.

    Io non sono di parte, non difendo nessun sindacato, ma vorrei capire, sig “Lettore(poco)attento” lei chi difende!!!!, se lei difende il sindacato come istituzione, questo pensiero mi trova vicino le sue posizione, se invece vuol difendere, come ha fatto la Cgil e la Uil, quelle persone che, con azioni disdicevoli e immorali, hanno screditato il sindacato e fatto perdere la fiducia dei lavoratori alle istituzioni sindacali,…………………..su queste posizioni siamo lontani anni, anni, anni ………………luce.

    Un’ultima cosa lei ritiene opportuno che i commendatori di questo sito si firmassero con nome e cognome!!!…….mentre lei continua a firmarsi, “lettore(poco)attento”, lei si che è un bel volpino!!!

    Cordiali saluti Diritti Negati

Lascia un commento