Manifestazione di sensibilizzazione a favore dell’Aeroporto

Interessante e partecipata si è mostrata la manifestazione di sensibilizzazione a favore dell’Aeroporto svoltasi Domenica 17 ottobre presso la Piazza Cavour di Agrigento.

L’iniziativa,organizzata dal Centro di Bioetica Evangelium vitae, mirava ad avvicinare i cittadini per far capire l’importanza della realizzazione di un sito aeroportuale nella provincia di Agrigento. Questo lavoro di sensibilizzazione è stato fatto tramite un volantino che è stato distribuito sia nella medesima piazza sia ai numerosi automobilisti che transitavano lungo il viale della Vittoria durante le ore di massimo traffico.

Durante la singolare iniziativa è nato uno spontaneo,libero e civile confronto tra i cittadini, i quali discutevano sull’importanza della realizzazione di una simile struttura in un periodo ormai segnato dalla grande comunicazione.

Enzo Di Natali, presidente del medesimo Centro, ha sottolineato che l’aerostazione oggi è la risposta ai nuovi collegamenti come la fu all’inizio del secolo la ferrovia. Essere tagliati da una aerostazione, pertanto, equivale a non avere quei vantaggi che all’inizio del secolo ebbero i nostri Comuni.

Giuseppe Gramaglia, componente del medesimo Centro, ha evidenziato che soltanto una simile struttura può facilitare l’uscita dall’isolamento in cui si trova la medesima provincia.

All’iniziativa, Domenica mattina, sono intervenuti anche diverse figure istituzionali, come il Presidente della Provincia, Dott. Eugenio D’Orsi, il Presidente del Polo Universitario di Agrigento. Erano presenti,inoltre, il deputato dell’Mpa Roberto Di Mauro, l’ex deputato Decio Terrana, il Vice Sindaco di Licata Giuseppe Arnone, l’Assessore alla Provincia Regionale di Agrigento Gaetano Cani.

Giovanni Nocera, presidente dell’ABI, ha ribadito in una intervista che soltanto la realizzazione di un apposito Aeroporto può facilitare un vero sviluppo organico della provincia di Agrigento,la quale necessita delle grandi opere di infrastrutture per un decollo veritiero che consente alla medesima provincia di diventare una città congressuale.

All’iniziativa, si fa presente, hanno partecipato numerosi giovani, i quali con impegno guardano al futuro, e comprendono che questo futuro è possibile realizzare attraverso delle strutture che permettano di facilitare i collegamenti tra questa provincia e il resto sia dell’Italia sia del mondo.

Gli organizzatori di questa campagna di sensibilizzazione sono convinti che la realizzazione di una struttura così importante non può lasciare indifferenti i cittadini. Esseri sono protagonisti del proprio sviluppo, e soltanto la loro voce, che diventa opinione convinta potrà stimolare gli organi competenti a realizzare un progetto di cui la provincia adesso non può fare a meno.

I giovani presenti durante la campagna di sensibilizzazione, infatti, hanno fatto rilevare che il problema di un aeroporto deve coinvolgere la medesima istituzione scolastica, perché la scuola non può essere esente e nemmeno rimanere estranea dinanzi ad un processo culturale. Piaccia o meno, come è stato spiegato ai cittadini, l’aeroporto è anche un fatto culturale. Esso, infatti,consente di uscire da una forma di isolitudine culturale in cui è stata rinchiusa la provincia di Agrigento. Pertanto, se la Sicilia è un’isola, questa provincia, senza aeroporto, è destinata ad essere un’isola nell’isola. Ed è questo che si vuole finalmente superare.

 

Il volantino che è stato distribuito:

 

Tre motivi per dire un sì all’Aeroporto

Caro cittadino,

ti ricordiamo che almeno sono tre i motivi per cui la Provincia di Agrigento ha bisogno di un aeroporto:

1) la comunicazione ormai è aeroportuale. Ostacolare la realizzazione di un aeroporto equivale a non facilitare questa comunicazione tra la nostra Provincia con altre aree.

2) la realizzazione di un aeroporto permette di uscire da una isolitudine culturale che noi ci portiamo dentro. Pertanto, un aeroporto prima di essere un investimento sul piano economico lo è sul piano culturale.

3) Senza le strutture di comunicazioni, ahimè, non c’è sviluppo e commercio. L’aeroporto è una di queste prioritarie strutture.

Chi non desidera la realizzazione di una struttura aeroportuale, vuol lasciare questa Provincia in uno stato di abbandono e di emarginazione.

Inoltre, ci permettiamo di ricordare la notevole differenza che esiste sul rapporto cittadino/struttura aeroportuale tra la Sicilia e il Nord Italia.

Purtroppo, caro cittadino, le due diverse velocità tra Nord e la Sicilia passano anche attraverso la comunicazione.

Centro Bioetica

Evangelium vitae

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA

*