Home » Posts tagged with » is
L’IS dietro l’attentato di Tel-Aviv?

L’IS dietro l’attentato di Tel-Aviv?

Fonti vicine all’ISIS dichiarano che uno degli attentatori di Tel Aviv, del giorno 8, potrebbe essere uno jihadista legato all’organizzazione terroristica. Dal loro canale Telegram militanti delle brigate alQassam avevano postato versetti del Corano.

Capuozzo: Il tempo è galantuomo

Le autorità italiane cercano di minimizzare. Il primo tepore primaverile induce al dolce dormire. Un “dolce dormire” che segue ai lunghi mesi di letargo invernale e che rischia di trasformarsi in un coma profondo. Nonostante i gravi fatti di sangue che hanno sconvolto i paesi interessati dalla guerra promossa dallo Stato Islamico e quelli più […]

Continue reading …
L’ISIS fa turismo

L’organizzazione terroristica sta cominciando a sembrare un tour operator. Dopo le immagini suggestive del Colosseo, o della Casa Bianca, le riprese nella “pittoresca” Mosul o nella calma Kobane arrivano i semi-selfie col cellulare. Semi perché non si vede il proprietario del telefonino: solo la bandiera nera con come sfondo la Torre Eiffel. Proprio come i […]

Continue reading …
L’IS si scatena su twitter

Ieri notte sono stati cancellati oltre diecimila profili twitter e Facebook appartenenti a presunti terroristi islamici. La risposta degli estremisti dell’IS è stata quasi immediata. Hanno infatti lanciato una campagna mediatica globale senza precedenti postando migliaia di tweet in lingua araba, in francese, in inglese e persino in italiano con immagini che rappresentano momenti di […]

Continue reading …
Tabula rasa dietro l’Isis

Lasciano tabula rasa dietro ogni loro passaggio. Sapranno anche utilizzare molto bene sofisticati mezzi moderni per farsi propaganda con i loro video di minacce o di auto sublimazione per cercare nuovi adepti ma non sono altro che moderni vandali e barbari. Non paghi del sangue che lasciano dietro di loro, non paghi delle vite rubate, […]

Continue reading …
Kobane – Forse libera

I curdi stanno riprendendosi Kobane. La notizia giunge dall’Osservatorio Siriano per i Diritti Umani e dall’ufficiale curdo Idriss Nassan. Sono ancora in corso degli scontri in alcune zone dell’Est della città. I combattenti dell’YPG – le unità di protezione del popolo curdo – avrebbero cacciato tutti i jihadisti dell’IS. Si tratterebbe quindi di una vittoria […]

Continue reading …
Oro, la guerra del Califfato

“Non auro, sed ferro, recuperanda est patria” (Non con l’oro, ma con il ferro, si riscatta la patria). La tradizione vuole che i romani assediati dai Galli di Brenno, stavano per pagare un tributo pari a mille libbre d’oro affinchè venisse tolto l’assedio a Roma, quando si accorsero che le bilance erano truccate. Brenno, dinanzi […]

Continue reading …
Il presunto terrorista Abu Rumaysah fugge in Siria

  Londra – Siddhartha Dhar, conosciuto come Abu Rumaysah, era stato arrestato nel mese di settembre insieme ad altri estremisti islamici  con l’accusa di incoraggiare il terrorismo. Rilasciato su cauzione doveva comparire dinanzi ai giudici nel mese di dicembre. L’uomo era stato arrestato nel corso dell’operazione antiterrorismo condotta dalle forze di polizia di Londra insieme […]

Continue reading …
Stato Islamico mette in squadra il centrocampista Imad Najah

  Mentre non si hanno ancora notizie certe sulle sorti del capocannoniere, lo Stato Islamico pare aver fatto un nuovo acquisto. L’ultimo entrato in squadra, ma che gode già di una numerosa schiera di tifosi jihadisti, sarebbe Imad al-Maghribi, centrocampista marocchino che con il nome di Imad Najah gioca nella difesa di centrocampo gioca del […]

Continue reading …
Terzo video di John Cantlie

L’ISIS ha messo in rete il terzo episodio di videomessaggi del giornalista britannico rapito in Siria nel 2012. Il video dura 6minuti e 53”. Stessa messa in scena. Al termine del video le parole dell’ostaggio in alcuni momenti diventano difficili da comprendere. Mettendo a confronto le immagini tratte dai video precedenti ci siamo accorti di come i […]

Continue reading …
Page 1 of 212