Giorgio Assenza sul Bilancio interno dell’Ars: “Si chiude un quinquennio all’insegna del risparmio e della funzionalità”

“Funzionalità, efficienza e risparmio anche al di là delle previsioni, alla tirata delle somme di fine legislatura, sono i risultati che incassa questo collegio dei Questori (che ho l’onore di presiedere) assieme alla Presidenza Miccichè e all’Assemblea tutta”.

            Ha preso parola in Aula, Giorgio Assenza, in atto di approvazione del bilancio interno dell’Assemblea, sottolineando come “con i colleghi Questori, Giovanni Bulla e Salvatore Siragusa, non posso che essere gratificato da quanto fatto in questi cinque anni poiché, a fronte di una efficienza rinnovata dell’intero apparato istituzionale perfino in clima di pandemia e di conseguenziale impegno anche economico finalizzato alla sicurezza, abbiamo chiuso la gestione con un risparmio netto di 9milioni di euro, dei quali 2  e mezzo in quest’ultimo anno”.

            “Funzionalità non intaccata, dicevo – continua Assenza – a partire dai necessari concorsi regolarmente espletati e dalle indispensabili nuove assunzioni, passando per gli interventi ordinari e straordinari di questa splendida dimora che ospita il Parlamento siciliano fino a, fiore all’occhiello, lo stanziamento per la ristrutturazione di Palazzo Ex Ministeri il quale diventerà sede della Biblioteca regionale intitolata a Piersanti Mattarella”.

“Non voglio dilungarmi – conclude il deputato ibleo – ma semplicemente porre l’attenzione sul fatto che nella dotazione che oggi compone il bilancio interno sono comprese le quiescenze degli ex deputati e di impiegati e dirigenti degli uffici. A differenza di quanto avviene nelle altre regioni italiane, anche i costi delle pensioni dei lavoratori dell’Ars, pari a circa la metà dell’intera cifra, sono a carico dell’Assemblea che, così facendo, non pesa affatto sulle casse dell’Inps, ovvero della spesa pubblica”.

Please follow and like us: