VERITA’ PER EMANUELA ORLANDI – PETIZIONE

Vi ringrazio di cuore – scrive Pietro Orlandi, fratello di Emanuela (qui nella nostra intervista) –  per l’adesione alla petizione a papa Benedetto per la verità su mia sorella Emanuela, che nei giorni scorsi si è esaurita superando le 65 mila firme.

Con questa nuova lettera vi preciso (per chi già non lo sapesse) che dal 18 ottobre scorso ho lanciato una nuova petizione al cardinal Tarciso Bertone, segretario di Stato, perché venga istituita una commissione d’inchiesta interna al Vaticano in grado di fornire elementi sulla scomparsa di Emanuela.

 

Al Cardinale Tarcisio Bertone Segretario di Stato di Papa Benedetto XVI

Eminenza,

il rapimento della cittadina vaticana  Emanuela Orlandi, avvenuto nel lontano 1983, ha gettato ombre e dubbi sul comportamento  del Vaticano, che nel corso di questi tre decenni non ha avuto il coraggio di  abbattere quel muro di silenzi e di omertà eretto intorno a questa vicenda.

Lo Stato Vaticano ha da sempre rinunciato alla ricerca di una sua innocente cittadina, suscitando lo sdegno di tantissime  persone e  di tutti quei sacerdoti che ogni giorno si impegnano perchè la vita dei più deboli venga rispettata.

E’ l’ora di un segnale forte di cambiamento.

Le chiediamo  pertanto di adoperarsi affinché venga aperta un’indagine, interna allo Stato Vaticano, sul sequestro di Emanuela Orlandi, con la conseguente istituzione di una Commissione  cardinalizia d’inchiesta che si impegni, con  onestà e volontà, a far emergere la Verità su questa  vergognosa e disumana storia.

Che il sacrificio di Emanuela, viva o morta che sia, e il perenne martirio di una famiglia, servano ad un profondo e radicale cambiamento nelle coscienze di chi, ai vertici delle gerarchie ecclesiastiche, sta portando questa Chiesa sempre più lontana dall’insegnamento di Gesù.

 

Pietro Orlandi

18 ottobre 2012

ADERISCI ALLA PETIZIONE

condividi su:

4 Responses to VERITA’ PER EMANUELA ORLANDI – PETIZIONE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *