“Il giardino davanti” di Elvira Forasassi, al 1° concorso nazionale ilmiolibro.it

Il Concorso è indetto dalla società Gruppo Editoriale l’Espresso S.p.A., in collaborazione con Holden S.r.l., titolare dell’omonima scuola italiana di scrittura e storytelling e con l’Associazione Culturale Circolo dei Viaggiatori nel Tempo, organizzatore del Festival internazionale di poesia di Genova..

Elvira Forasassi è nata il 12-03-1958 a Nairn in Gran Bretagna. Ha vissuto e studiato a Firenze, dove ha svolto la professione di insegnante dal 1983. Attualmente insegna ad Agrigento, nuovo paese di adozione. Coltiva  l’interesse e lo studio per la scrittura creativa.

Presentazione dell’opera

Il Giardino davanti si suddivide  in quattro raccolte poetiche: I Diversi, il Posto, Orizzonti, Il Saggio.

Le raccolte svelano la vita di tutti i giorni qual è nella propria unicità e irripetibilità e sulla scia della memoria una storia universale di affetti e sentimenti, nell’ esaltazione dello spirito libero e della sua esplosione creativa. Il ricordo di ciò che non è più rinvia alla concretezza della vita terrena nella sua materialità e, per tale via, a un valore contrapposto al disvalore dell’oblio, della dimenticanza.

Il valore dei ricordi coincide con il recupero dell’infanzia. I ricordi, come pesca generosa nel fondo del passato, affiorano lucidi e guizzanti, benigni e consolatori nell’abbraccio di un preciso plurilinguismo.

Nella raccolta “Orizzonti” quelle ombre si  animeranno come il paesaggio all’illuminarsi del sole, rivelando il loro valore, quel  giardino davanti, e salvandosi dall’insensatezza.

Nell’ottica retrospettiva il posto acquisisce un’importanza onirica trascinando il ricordo in una dimensione fantastica e insieme reale. Il posto nella sua definizione apparentemente realistica e l’impiego di indicatori concreti allude ad un paesaggio spirituale che a tratti esprime la felice concordanza dell’uomo con la natura. Alla ricerca della suggestione magica, oggetti e personaggi vengono accostati in modo da creare un effetto di  incoerenza e di disorientamento.

Il tema fondamentale della Raccolta “Il Saggio” è la ricerca del senso delle cose e della vita, l’autrice si interroga  sulla precarietà dell’esistenza e con atteggiamento meravigliato osserva il presente e i dati particolari visti realisticamente in se stessi.

Nei riguardi del nostro vivere, l’unico modo di considerarlo è quello dello stupore; lo stupore come valore universale, come  tensione metafisica  ai  problemi dell’esistenza.

Gian J. Morici: “Un itinerario di emozioni, che rivivono nel racconto del quotidiano, grazie ad una semantica particolarmente descrittiva che coglie l’essenziale delle cose, dei luoghi, dei paesaggi, per trasformarli nuovamente in emozioni.

Non il racconto sterile in un verso costruito, bensì quella vibrante linfa che percorre l’artista pervaso da un potere che un andaluso definirebbe ‘duende’. Laddove i toni neri vivono sotto la crosta policroma della tavolozza e dell’io celato, comparendo negli interspazi bianchi, dove solo la vista delle viscere sa leggere.

Il duende, né si spiega, né lo si descrive. Semplicemente lo si avverte.

I versi della Forasassi, non possono che essere letti… (clicca qui per leggere qualche pagina del libro).”

 

condividi su:

4 Responses to “Il giardino davanti” di Elvira Forasassi, al 1° concorso nazionale ilmiolibro.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *