Università utilizzata per carriere e per le solite clientele. Chiesto un Consiglio provinciale straordinario urgente

La richiesta che vede come primo firmatario il consigliere Gallo Roberto è stata sottoscritta da ben altri sedici consiglieri:, Lazzano, Paci, Ruvolo, Spoto, Avarello, Zarbo, Testone, Di Prima, Gallo Afflitto, Girasole, Picone, D’Angelo Giovanni, Bennici, Ripepe, Terrazzino ed il Presidente Buscemi.

Un consiglio straordinario che non mancherà di suscitare ulteriori strascichi, visto come la gestione del Consorzio Universitario di Agrigento, sta mettendo a rischio l’esistenza stessa del polo universitario.

Questo, il testo integrale del documento:

PROVINCIA REGIONALE DI AGRIGENTO

AGRIGENTO  LI  05 MAGGIO 2011  

DA   CONSIGLIERI PROVINCIALI  A PRESIDENTE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE RAIMONDO BUSCEMI

P/C  A PRESIDENTE DELLA PROVINCIA EUGENIO D’ORSI

PREMESSO  che   di recente la gestione del Consorzio Universitario Provincia di Agrigento (CUPA) sta preoccupando non poco la nostra Comunita’ Provinciale Agrigentina per via di molti segnali negativi . Infatti la gestione ordinaria non ha avuto quel cambiamento auspicato dal Consiglio Provinciale , attraverso le istanza di diversi commissioni, che voleva e vuole una gestione orientata a nuovi titoli di studio che valorizzino il territorio e che a cascata portino sviluppo ed occupazione alla nostra Provincia . Un cambiamento che doveva metter fine all’Universita’ , di fatto, utilizzata per le carriere di professorini Palermitani e per le solite clientele interne ed esterne dell’Universita’ di Palermo e dei soci del CUPA (l’Ente Provincia in testa )…

CONSIDERATO che a quanto detto si aggiunge una gestione amministrativa scarsamente efficiente , se non inefficiente , che ha portato ad uno sbilanciamento di euro 300.000 (trecentomila euro). Somma senza la quale non si potra’ realizzare il Bilancio 2011. Somma che quasi sicuramente dovra’ uscire dal Bilancio Provinciale 2011  con i problemi che sappiamo…

VALUTATO che questa situazione non è stata gestita con massima trasparenza nei confronti del Consiglio Provinciale , ed in particolare della Commissione Consiliare Cultura che in diverse occasioni si è incontrata col presidente del CUPA prof Mifsud e col dir. Amm/vo dr. Vella. 

Infatti solo di recente si è saputo di tale situazione amm/va e contabile .

Tutto cio’ mette a rischio l’esistenza stessa dell’Universita’ di Agrigento. Situazione inaccettabile e disastrosa per le Genti Agrigentine e per l’immagine stessa della nostra provincia .

TENUTO CONTO   del fatto INTOLLERABILE  che il presidente D’Orsi non ha ritenuto di organizzare un incontro tra Il Consiglio Provinciale ed il C.d.A. del CUPA con in testa il Prof. Mifsud…

PER TUTTI QUESTI MOTIVI ED ALTRI NON MENZIONATI I SOTTOSCRITTI CONSIGLIERI PROVINCIALI CHIEDONO  UN CONSIGLIO PROVINCIALE STRAORDINARIO URGENTE SU “UNIVERSITA’ DI AGRIGENTO , STATO DELL’ARTE E PROSPETTIVE “

condividi su:

One Response to Università utilizzata per carriere e per le solite clientele. Chiesto un Consiglio provinciale straordinario urgente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *