Salvatore Iacolino (PDL-PPE): “Serve una Frontex rafforzata, flessibile e con finanziamenti adeguati”

Dibattito a Strasburgo sull’emergenza immigrazione nel Mediterraneo

“A Lampedusa, isola sperduta in mezzo al mediterraneo, già nel 2008 approdarono 40.000 immigrati, il problema fu risolto attraverso un accordo fra l’Italia ed il governo libico, oggi la vicenda è molto più complicata perché la Tunisia e l’Egitto non hanno un governo. Perciò l’UE deve intervenire su FRONTEX rendendola una struttura agile, flessibile e un con finanziamento adeguato. Il Consiglio non deve perdere tempo rispetto a questa che e’ una priorità’ assoluta. Il rischio e’ che la dignità, la sicurezza e il decoro degli immigrati sia messa e rischio da qualche ritardo burocratico e procedurale. Tenendo conto che l’accertamento dello status di rifugiato richiede tempo e che una volta accertato ci dovrebbe essere una presa di responsabilita’ da parte di tutti gli Stati membri i quali dovrebbero ricevere i rifugiati proporzionalmente”, ha dichiarato durante il dibattito sull’emergenza immigrazione Salvatore Iacolino, Vicepresidente della Commissione Liberta’ Pubbliche, Giustizia e Affari Interni.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA

*