Arrestato bancario accusato di aver commesso una truffa da 6 milioni di euro

Arrestato stamattina ad Agrigento Fabrizio Ingemi, il bancario di Capo d’Orlando (Messina), fuggito dopo essersi impadronito, secondo l’accusa di 6 milioni di euro dell’agenzia della Carige dove lavorava.

Latitante dallo scorso febbraio era destinatario di una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip presso la Procura di Patti.

Il trentanovenne, originario della città dello Stretto, si era fatto crescere barba e capelli, ma i poliziotti lo hanno riconosciuto.

Finisce così la latitanza del bancario, accusato di aver orchestrato l’ingente truffa ai danni di ignari correntisti e dell’istituto di credito Carige di Capo d’Orlando.

Nell’inchiesta sulla truffa ai danni dell’istituto di credito sono indagate dalla Procura di Patti altri cinque persone, per l’ipotesi di riciclaggio.

Please follow and like us:

One Response to Arrestato bancario accusato di aver commesso una truffa da 6 milioni di euro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA

*