In attesa che il Tar Lazio emetta la sentenza

Quanto è accaduto ha dell’inverosimile. La Provincia regionale di Agrigento, non si è costituita dinanzi al Tar, nonostante avesse chiesto le misure compensative alla realizzazione del rigassificatore di Porto Empedocle.

L’A.S.I. – che non è contraria alla realizzazione dell’impianto – ha invece cercato di far valere i propri diritti, costituendosi contro l’impianto, non essendosi vista riconoscere le compensazioni richieste.

1) Presidente D’Orsi, è vero o non è vero, che Lei ha revocato la nomina al legale precedentemente incaricato a rappresentare l’Ente, ad appena 48 ore dalla precedente udienza?

2) Presidente, secondo quanto da lei dichiarato, ci sarebbero ‘poteri che manovrano’ e che passano sopra le nostre teste. È a questi poteri che si devono le scelte da lei effettuate?

3) Nel corso di una sua intervista rilasciata a un’emittente locale, lei afferma di avere adeguato la sua linea a quella della Regione, e più precisamente a Lombardo, Scalia, Cimino. Orbene, posto che lei amministra un ente locale autonomo, qualora la mancata costituzione in giudizio fosse di pregiudizio alla Provincia, lei, sarebbe stato tenuto a fare gli interessi dell’ente, o quelli degli sponsor politici?

4) Presidente, le chiediamo: è vero o non è vero che Lombardo e Cimino fossero contrari alla realizzazione di rigassificatori, più volte definiti ‘polvere da sparo pronta a esplodere’ o, ancor meglio, ‘autentiche bombe atomiche’?

5) Come si spiega la repentina marcia indietro dei suoi sponsor politici, che ora vedono nei rigassificatori – o meglio, nel rigassificatore di Porto Empedocle – una possibilità di sviluppo economico e un impianto sicuro?

6) Presidente D’Orsi, il Consiglio provinciale, ha in precedenza deliberato contro la realizzazione dell’impianto in questione. Lei ha ritenuto di non doverne tener conto. Successivamente, ha deliberato per la costituzione in giudizio dell’Ente, fatto a lei noto già la stessa sera e che le avrebbe permesso di attivarsi nell’immediato. Prescindendo da obblighi morali o giuridici che avrebbero potuto imporle di agire secondo quanto deliberato dal Consiglio, chi pagherà la parcella dell’avvocato da lei incaricato, che dopo aver preparato le memorie costitutive non ha potuto dar seguito al proprio operato?

7) Presidente, lei si batte per la realizzazione dell’aeroporto di Licata. Ormai, un po’ tutti, abbiamo capito che resterà un sogno l’aeroporto di Agrigento – e non di Licata, che non avrebbe neppure un bacino di utenti sufficiente a coprire i costi di una pista per aeromodelli. Le chiediamo: sarebbe compatibile l’aeroporto, con l’eventuale centrale nucleare, per la cui realizzazione è stato indicato il sito di Palma di Montechiaro?

8 – Presidente, Davide Tabarelli, presidente del Nomisma, quando gli venne chiesto perché si volessero realizzare i rigassificatori al sud, visto che il gas serviva al nord, rispose ‘perché al nord le coste sono popolate’, lasciando così intendere cosa pensasse di quanti popolano le coste del sud. A lei, che è del sud e originario di un paese che si affaccia sul mare, chiediamo: gli abitanti di Porto Empedocle e Palma Montechiaro, sono popolazione, o cos’altro?

Gian J. Morici

Please follow and like us:

2 Responses to In attesa che il Tar Lazio emetta la sentenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA

*