Il consigliere comunale di Agrigento, Giuseppe Arnone, scrive una lettera aperta al sindaco di Licata Angelo Graci

Nello stigmatizzare la partecipazione del sindaco alla fiaccolata antimafia e per la legalità, tenutasi a San Leone, Arnone invita Graci a prendere atto del fatto che lo stesso è sottoposto ad una grave misura cautelare della libertà personale.

Misura che consiste nel divieto a mettere piede nella città di Licata.

Pertanto, sostiene Arnone, dovrebbe avere maggior rispetto della decisione unanime di una dozzina di magistrati, incluso un Collegio della Cassazione, tenendo presente che la sua partecipazione alla fiaccolata può esser letta come una offesa alle forze dell’ordine e ai magistrati impegnati contro la mafia o come la volontà di porre in essere un provocazione finalizzata a ridicolizzare quella importante iniziativa.

Please follow and like us:

2 Responses to Il consigliere comunale di Agrigento, Giuseppe Arnone, scrive una lettera aperta al sindaco di Licata Angelo Graci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA

*