“Hurl Berl”, gioco online targets Berlusconi

Già protagonista di diversi programmi televisivi, condotti da sosia e attori che personificano il premier italiano imitandone le gaffe o ironizzando su mafia ed escort, Berlusconi diventa il personaggio di un irriverente gioco online.

Il gioco, nel quale Berlusconi viene scagliato in aria da un lanciatore di martello, messo in rete da attivisti anti-povertà come Bono e Bob Geldof, contiene un messaggio serio – basato sul fatto che l’Italia non mantiene le promesse di aiuti ai paesi del terzo mondo – trattandosi di un invito a buttar fuori l’Italia dal G8.

Chi gioca a “Hurl Berl”(Casuale Berl), usa il mouse per controllare la direzione in cui è lanciato Berlusconi, e la forza del lancio.
Se il lancio è valido, Berlusconi viene proiettato verso il cielo, sbattendo su soffici nuvole bianche, prima di atterrare con un tonfo in una nuvola di polvere.
Se il tiro non riesce, Berlusconi si schianta contro una rete di sicurezza e i sette altri leader del G8, tra cui il primo ministro David Cameron, reggono uno striscione con la scritta “Fallo Throw, Try Again”.
Il gioco è stato creato da One, il gruppo fondato da Bono per combattere la povertà nel mondo in via di sviluppo.
Nel complesso – sostengono gli attivisti – Berlusconi ha assolto a meno del sei per cento degli impegni assunti in materia di aiuti ai paesi in via di sviluppo.
“La maggior parte dei paesi del G8 hanno cancellato il loro debito e aumentato gli aiuti per l’Africa” – c’è scritto sul sito web di One – “Un uomo solo non ha fatto nulla. Il Presidente Berlusconi che sta facendo ancora meno oggi di quanto l’Italia non facesse cinque anni fa. ”

Oggetto di scherno nelle altre nazioni, dove si ironizza su quello che sempre più spesso è il personaggio di molti cartoni animati, conosciuto per le sue boutade e mancate promesse, secondo gli attivisti di One, Berlusconi non merita di essere invitato al prossimo G8, che si terrà in Canada.

                                                                                         Gian J. Morici

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA

*