Lettera al Direttore – Portate un fiore

Portate un fiore

dove morì Falcone

ditelo nelle scuole

agli studenti

– che loro capiranno-

cosa fece Giovanni

e Paolo

e Don Puglisi

e tanti e tanti…

perché il nostro Paese come tale

andasse avanti

civile, onesto, solidale.

Portate un fiore

dove morì Falcone

con Francesca Morvillo

e la sua scorta

-Montinaro, Schifani con Di cillo

per sostener ” giustizia non è morta!”

Portate un fiore

dove morì Falcone

pulite il cartellone

che luccichi come albero a Natale

per quelli – e ancora sono tanti –

capaci di sperare

Piero Nissim

musicista, burattinaio, scrittore e poeta

Gentile Direttore

leggere questa poesia sulla Stampa di ieri mi ha risarcito dalla delusione provata domenica sera in piazza Cavour.

Era programmata la visione del cartone animato ” Giovanni e Paolo” in collegamento con uno stracolmo Teatro Politeama.

La nostra piazza era quasi deserta.

Unica autorità presente il Prefetto rimasto, sino alla fine, desolatamente solo al centro della piazza.

Naturalmente non mi meraviglia l’assenza delle nostre autorità avranno avuto sicuramente ottimi motivi: un improvviso malessere del gatto di casa; la telefonata urgente di un Ministro, un Onorevole, un Assessore, una cugina della suocera; un improvviso attacco di gotta; un acuto dolore all’alluce sinistro per un callo recidivo;

una non prevista assemblea condominiale.

La mia delusione è per l’assenza dei semplici cittadini.

Quando si perde il piacere di stare insieme per ricordare vuol dire perdere il senso della lotta.

Vuol dire dichiararsi incommensurabilmente rassegnati.

Vuol dire morire.

Per fortuna ci sono ancora i poeti che sanno dire l’indicibile e continuano, con i loro versi, a regalarci la speranza.

Grazie per l’attenzione

Lia Rocco

Please follow and like us:

One Response to Lettera al Direttore – Portate un fiore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA

*